NewsEnergia & MercatoPolitica Energetica

Energia e mercato: Bonus facciate, carbon tax ed altro con la Manovra 2020

Il via libera da parte del Consiglio dei Ministri alla Manovra 2020 comporterà alcune azioni a difesa dell'ambiente ed a supporto della transizione energetica.

    Il Consiglio dei Ministri ha dato semaforo verde alla Manovra 2020, approvando il decreto legge “Disposizioni urgenti in materia fiscale e per esigenze indifferibili” oltre al ddl di bilancio per il periodo 2020-2022. L’obiettivo principale della Manovra 2020 è di essere in grado di “preservare la sostenibilità della finanza pubblica” dando simultaneamente spazio al perseguimento della crescita economica “nel segno della sostenibilità ambientale e sociale”. 

    Le misure a difesa dell’ambiente costituiscono un pilastro fondamentale della manovra finanziaria. Nel testo del documento si evince come verranno effettuati tagli a sussidi dannosi per l’ambiente e verranno predisposte azioni fiscali per supportare la transizione ecologica. Dal 2021 verrà introdotta una carbon tax per prodotti inquinanti durante la generazione di energia; anche la plastica è finita sotto i riflettori: verrà infatti introdotta un’imposta sugli imballaggi in plastica, a partire dal 1° Giugno 2020, con un’aliquota di 1 euro/kg. Questi interventi dovrebbero dare benefici che si traducono in circa 2 mld di euro.

    Particolare attenzione anche per il settore edilizio; la manovra prevede l’introduzione del Bonus facciate, ovvero una detrazione fiscale del 90% per ristrutturare le facciate degli edifici a partire probabilmente dal 2020. Confermate le altre detrazioni già esistenti come ristrutturazione, mobili e riqualificazione energetica degli edifici.

    La manovra istituirà anche un paio di fondi per il finanziamento agli interventi statali e degli enti territoriali; i fondi ammonteranno complessivamente a 50 miliardi per 15 anni, e verranno utilizzati per incentivare utilizzo e rinnovo degli impianti esistenti, per l’efficientamento e riconversione dei processi produttivi, e per accompagnare il tessuto sociale ed industriale alla rivoluzione industriale contraddistinta da intelligenza artificiale e digitalizzazione.

    Per avere maggiori informazioni ti invitiamo a consultare l’intero documento.

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button