NewsEnergia & MercatoPolitica EnergeticaSistema Elettrico

Energia e mercato: Le criticità della transizione energetica italiana

Uno studio di Accenture mette in luce le difficoltà che il sistema elettrico italiano dovrà affrontare entro il 2030

    La domanda elettrica nazionale nel 2030 potrebbe non essere soddisfatta pienamente. E’ questo il campanello d’allarme per il nostro paese secondo Accenture che ha presentato i risultati di uno studio “Flessibilità: Un’opportunità per la transizione energetica”. Secondo lo studio il sistema elettrico del nostro paese dovrà evolversi, in tempi brevi, a causa di tre principali motivi:

    • Aumento dei consumi, che verrà influenzato sempre di più anche da mobilità elettrica e pompe di calore;
    • Maggiore impiego fonti rinnovabili non programmabili, le quali non possono razionare la loro produzione in base alla domanda di energia elettrica;
    • Riduzione capacità termica dovuta al phase-out del carbone.

    Per fornire un quadro esaustivo su come si evolverà il mercato elettrico al 2030, Accenture ha realizzato un modello per l’Italia che si pone come obiettivo di definire il livello di flessibilità necessario a mantenere il sistema stabile. Sono quattro gli scenari che considerano diversi livelli di domanda di elettricità e di diffusione delle FER:

    • Lo scenario High Inertia include una moderata crescita di impianti rinnovabili ed un aumento delle auto elettriche (4,2 milioni al 2030) e delle pompe di calore;
    • Lo scenario Renewable considera rispetto al precedente una crescita sostanziale degli impianti rinnovabili, seguendo le linee guida della SEN;
    • Lo scenario Energy Intensive fa leva su una consistente crescita del numero di auto elettriche (6,5 milioni al 2030) ed un lieve aumento dei consumi dovuto all’aumento del GDP (CAGR 0,98%);
    • Infine lo scenario Greenest considera sia una crescita sostanziale degli impianti rinnovabili, sia una crescita del mercato delle auto elettriche, sia l’aumento dei consumi. 

    I principali fattori di flessibilità individuati dallo studio fanno riferimento a:

    • Impiego sistemi d’accumulo ed utilizzo di servizi di demand response;
    • Sfruttare sinergie con rete gas tramite Power to X;
    • Utilizzo dei pompaggi;
    • Impiego impianti a gas esistenti.

    Il nuovo scenario del mercato elettrico al 2030 richiederà anche l’utilizzo di tecnologie all’avanguardia e nuovi modelli di business che impatteranno in maniera decisa sul mercato.

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button