VideoRiciclo & Rifiuti

Energia: L’impianto di depurazione che produce energia e calore da celle a combustibile

    Un innovativo sistema a celle a combustibile permette all’impianto di depurazione di Collegno della SMAT, la Società Metropolitana Acque di Torino, di produrre elettricità e calore con un milione di m3 di biogasbiogas
    Miscela di gas prodotti in seguito ad un processo di digestione anaerobica di materiale organico di origine vegetale e animale. Alcuni batteri provvedono a decomporre il materiale organico, in ambiente privo di ossigeno, producendo una miscela gassosa formata da metano (50÷70%), anidride carbonica (35÷40%) e tracce di altri gas. Le materie prime utilizzabili sono residui agricoli, zootecnici dell’industria agro-alimentare, acque e fanghi reflui.
    l’anno, ottenuto trattando acque reflue di 180mila persone. E’ il risultato del progetto europeo DEMOSOFC che ha permesso di installare il primo modulo cogenerativo a celle a combustibile d’Europa alimentato a biogas. Questa tecnologia potrà generare genererà 175 kWkW
    Unità di misura della potenza equivalente a 1.000 Watt.
    elettrici , ovvero il 30% dell’energia elettricaenergia elettrica
    Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all’energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
    necessaria al funzionamento dell’impianto, che si traduce in minori emissioni e in un risparmio in bolletta per l’azienda di quasi 200mila euro l’anno. Una sfida scientifica oltre che ingegneristica che richiede l’impegno comune di industria e di enti di ricerca come l’ENEA impiegata insieme ad aziende europee nello sviluppo di celle a combustibile ad ossidi solidi. Questo sistema utilizza piastrine di materiale ceramico che lavorano a temperature intorno ai 700°C e converte l’energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    chimica di qualsiasi tipo di combustibile in elettricità e calore, attraverso una reazione elettrochimica ad altissima efficienza, senza la combustionecombustione
    Processo chimico esotermico (ovvero che comporta sviluppo di calore) in cui il combustibile si combina con l’ossigeno presente nell’aria oppure appositamente separato (comburente). La reazione di combustione avviene previo innesco localizzato (accensione).
    che genera gli inquinanti responsabili delle emergenze in città . L’inaugurazione di questo sistema di celle a combustibile a biogas apre la strada a una filiera industriale tutta europea che va dalla produzione della materia prima fino alla messa in servizio, secondo i principi di un’economia sostenibile e circolare.

     

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *