NewsEnergia & MercatoMercato & BolletteStakeholder energiaMise - Min.sviluppo Economico

Energia: Saglia, lotta dura ai contratti non richiesti

    Roma, 6 luglio 2011 – “Un aspetto importante evidenziato dal presidente è la piaga dei contratti non richiesti. Essa è lesiva della credibilità del mercato liberalizzato. Il Ministero presterà piena collaborazione nella lotta a questo comportamento scorretto”. Così Stefano Saglia, sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico, commenta uno dei passaggi della relazione annuale del Presidente dell’Autorità dell’Energia ElettricaEnergia Elettrica
    Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all’energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
    e del Gas.

    “Alla luce degli eventi internazionali – continua Saglia – il Governo ha deciso di rivedere la strategia energetica che verrà presentata in autunno e che avrà come obiettivi la sicurezza degli approvvigionamenti, la competitività dei costi per le aziende e la sostenibilità ambientale”.

    Per quanto riguarda il mercato del gasmercato del gas
    Il mercato relativo al settore del gas strutturato secondo 5 fasi fondamentali: approvvigionamento, trasporto, stoccaggio, distribuzione e vendita.
    , il sottosegretario sottolinea che “bisogna pensare in termini di una politica europea del gas” e ricorda le azioni di liberalizzazione “che hanno agevolato gli investitori e assicurato, con il Terzo Pacchetto EnergiaEnergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    , un’efficace separazione delle attività di trasporto, distribuzionedistribuzione
    Attività di trasporto (di elettricità o di gas) agli utilizzatori finali attraverso le reti di distribuzione.
    e stoccaggiostoccaggio
    Attività di raccolta e deposito di una determinata risorsa. 
    entro marzo 2012
    . Solo con l’implementazione delle infrastrutture del mercato l’Italia potrà diventare un hub del gas”.

    “Abbiamo dato certezza degli investimenti con il IV conto energiaconto energia
    Il Conto Energia è una forma di incentivazione statale a sostegno della produzione di energia elettrica da impianti fotovoltaici.
    Entrato in vigore con il Decreto Ministeriale del 19 Febbraio 2007, consiste nell’attribuzione di una tariffa incentivante, proporzionale all’energia prodotta, in base alla tipologia di impianto (non integrato architettonicamente, parzialmente integrato, integrato). Le tariffe vengono corrisposte per un periodo di 20 anni a partire dalla data di entrata in esercizio dell’impianto e rimangono costanti per l’intero periodo.
    – continua Saglia – e ci siamo impegnati a creare un equilibrio tra costi e benefici per le rinnovabili”. Il sottosegretario ricorda poi che un altro settore strategico è l’idroelettrico nel quale si sta lavorando “a un decreto ministeriale che regolamenti i bandi di gara”. Altra tecnologia da non sottovalutare è quella a carbonecarbone
    Il carbone è una roccia sedimentaria composta prevalentemente da carbonio, idrogeno e ossigeno. La sua origine, risalente a circa 300 milioni di anni fa, deriva dal deposito e dalla stratificazione di vegetali preistorici originariamente accumulatisi nelle paludi. Questo materiale organico nel corso delle ere geologiche ha subito delle trasformazioni chimico-fisiche sotto alte temperature e pressioni. Attraverso il lungo processo di carbonizzazione questo fossile può evolvere dallo stato di torba a quello di antracite, assumendo differenti caratteristiche che ne determinano il campo d’impiego.
    I carboni di formazione relativamente più recente (ovvero di basso rango) sono caratterizzati da un’elevata umidità e da un minore contenuto di carbonio, quindi sono ‘energeticamente’ più poveri, mentre quelli di rango più elevato hanno al contrario umidità minore e maggiore contenuto di carbonio.
    pulito
    : “è all’esame delle commissioni la terza direttiva che riguarda la ccs e lo stoccaggio di anidride carbonica”.

    Infine Saglia conclude che “entro fine luglio verrà presentata a Bruxelles il piano per l’efficienza energeticaefficienza energetica
    Con questi termini si intendono i miglioramenti che si possono apportare alla tecnologia per produrre gli stessi beni e servizi utilizzando meno energia, con conseguente riduzione dell’ impatto ambientale e dei costi associati.
    che è anche uno dei pilastri della strategia energetica. Voglio ricordare che con l’attuazione del piano d’azione esistente sono già stati conseguiti consistenti risparmi nei consumi primari di energia”. Tali risparmi al 31 dicembre 2009 ammontano a circa 42 GWh/anno e circa 33 GWh/anno per un totale complessivo di 75 GWh/anno circa.

     

    Fonte: MSE, 06/07/2011

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button