NewsFossiliGasStakeholder energiaMise - Min.sviluppo Economico

ENERGIA: SAGLIA, MAGGIORE CONCORRENZA CON PROVVEDIMENTI DISTRIBUZIONE GAS

    Roma, 16 dicembre 2010 – “I provvedimenti relativi alla distribuzionedistribuzione
    Attività di trasporto (di elettricità o di gas) agli utilizzatori finali attraverso le reti di distribuzione.
    gas contribuiscono a creare un sistema concorrenziale che riduce i costi del settore e introduce procedure di gara ben definite. Più concorrenza vuol dire maggiori vantaggi per i consumatori finali
    “. È quanto dichiara Stefano Saglia, sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico, a seguito del parere positivo della odierna Conferenza Stato Regioni sui decreti presentati dal Ministero dello Sviluppo Economico in materia di distribuzione gas.

    Il Ministero dello Sviluppo, di concerto con il Ministero per i Rapporti con le Regioni, ha presentato oggi il decreto sulla determinazione degli ambiti territoriali minimi nel settore della distribuzione e il regolamento per l’individuazione dei criteri di gara e di valutazione dell’offerta per l’affidamento del servizio di distribuzione di gas.

    Il decreto definisce 177 ambiti territoriali minimi per lo svolgimento delle gare per l’affidamento del servizio di distribuzione del gas. Ogni ambito rappresenta un insieme minimo di comuni i cui impianti dovranno essere gestiti da un unico soggetto.

    La riforma del settore della distribuzione – commenta il sottosegretario – implica una maggiore concorrenza tra i venditori con un vantaggio per i consumatori. Infatti dalla riduzione del numero degli ambiti deriva un minore costo di acquisizione e gestione della clientela. Inoltre viene incrementata l’efficienza e si riducono i costi del settore. Abbiamo creato un giusto compromesso tra la riduzione del numero degli ambiti e gli impatti industriali e occupazionali“.

    Il regolamento individua i criteri di gara e di valutazione delle offerte per affidare il servizio di distribuzione del gas: condizioni economiche offerte (in particolare se sono a vantaggio dei consumatori), standard di qualità e sicurezza del servizio, piani di investimento e sviluppo delle reti e degli impianti.

    Il provvedimento sui criteri di gara – afferma Saglia – permette innanzitutto di favorire la scelta della migliore offerta a favore dei clienti e del funzionamento del settore. Inoltre, tra le altre cose, consente di abbreviare i tempi di pubblicazione del bando e di ridurre le spese di gara“.

    Comunicato stampa Ministero dello Sviluppo Economico, 16/12/2010

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button