NewsEolico

Eolico: Amazon segue una strada green ed investe in tre nuovi parchi eolici

Amazon ha intenzione di alimentare la propria infrastruttura al 100% con energia rinnovabile.

    Amazon ha comunicato il lancio di tre nuovi progetti per la generazione di energia rinnovabile, che alimenteranno l’infrastruttura globale di Amazon Web Services. I progetti, tutti relativi ad impianti eolici, saranno in grado di generare oltre 229 MW e concorreranno al raggiungimento degli obiettivi di Amazon di riuscire ad alimentare la propria infrastruttura al 100% da energia rinnovabile. Nel 2018 circa il 50% dell’infrastruttura Amazon Web Services è stata alimentata da energia rinnovabile.

    I tre progetti eolici sono dislocati in Irlanda, Svezia e USA:

    • Donegal, Irlanda: Amazon acquisterà l’energia generata da un nuovo parco eolico da 91,2 MW di capacità; il parco dovrebbe essere operativo entro il 2021;
    • Bäckhammar, Svezia: Il parco eolico dovrebbe essere pronto entro la fine del 2020, ed Amazon si è impegnata ad acquistare 91 MW di energia elettrica;
    • Catena montuosa di Tehachapi (California), USA: Il nuovo parco eolico dovrebbe essere operativo entro la fine del 2020 e sarà in grado di generare fino a 47 MW.

    Una volta completati, i tre progetti dovrebbero generare (secondo le previsioni AWS) circa 2.700.000 MWh di energia rinnovabile all’anno; per dare un’ordine di grandezza corrisponde al consumo di energia elettrica di circa 262.000 nuclei familiari americani.

    Tags
    Show More

    One Comment

    1. Che il futuro è affidato alle alternative energetiche, questo è assodato, per fortuna. Il problema reale attuale è basato sulle scelte tecnologiche da effettuare. Il fotovoltaico ha dato i suoi risultati apprezzabili; l’eolico orizzontale è molto chiacchierato perchè presenta dei problemi. Le grosse organizzazioni professionali la fanno da padrona, incuranti dei problemi lamentati. Pochi si soffermano sull’eolico verticale. Forse perchè non si hanno le idee chiare sul sistema; o forse nessuno ha capito che è l’unico sistema in cui si può inserire un ammortizzatore di rumori e vibrazioni è l’eolico verticale. La valutazione se è più conveniente realizzare parchi eolici di grossa portata o mini eolici verticali domestici, dovrebbe essere oggetto di riflessioni e dibattiti. Personalmente preferisco la soluzione del mini eolico verticale domestico perchè è un impianto molto più facilmente gestibile, economico e che può diventare l’elettrodomestico del futuro. Ho fatto buona esperienza sul mini eolico verticale domestico con base autoportante, leggero e con il generatore messo a terra e non al vertice del palo di elevazione, su cui vi è solo il rotore delle pale. E’ un sistema estremamente versatile, può sopportare uno o più mini generatori di potenza variabile, dove il peso del generatore non costituisce alcun problema strutturale. Alla base del rotore si può inserire l’ammortizzatore che annulla ogni rumore ed ogni vibrazione. Sappiamo, infatti che tutti i sistemi eolici esistente in commercio hanno minimo 50 DB. L’ammortizzatore ci da DB = 0,00. Il mini eolico verticale domestico può essere poggiato tranquillamente sui solai delle abitazioni perchè leggeri e privo di rumori, che altrimenti sarebbero amplificati dalla struttura cava, quale è il solaio. Ripeto che si può installare un generatore per famiglia singola o più generatori ( fino a 8 ) per condomini. Se ci si dedica con attenzione a questo problema, certamente si raggiunge un risultato ottimale. Grazie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button