NewsRinnovabiliFotovoltaicoStakeholder energiaOrizzontenergia.it

EPIA, FOTOVOLTAICO: PER L’ITALIA GRID PARITY NEL 2013

    Come si evince dal rapporto dell’European Photovoltaic Industrial Association, sarà l’Italia, nel 2013, il primo paese europeo a raggiungere la ‘grid parity’, cioè quella fase in cui generare elettricita’ da un impianto fotovoltaicoimpianto fotovoltaico
    Impianto per la produzione di elettricità che sfrutta l’energia del sole grazie ai pannelli fotovoltaici, generalmente di silicio. All’interno del pannello si genera un circuito elettrico in corrente continua, dovuta all’effetto fotovoltaico, secondo cui quando i fotoni (che costituiscono la radiazione solare) raggiungono una cella FV vanno ad eccitare alcuni elettroni del materiale di cui è costituita la cella. Tali elettroni, trovandosi ad un livello energetico superiore, “sfuggono” dalla loro posizione originaria e creano una corrente.
    avra’ lo stesso costo del ricorso ad una fonte energetica tradizionale.

    Nella stesura del suo ultimo rapporto, l’Associazione Europea dell’Industria Fotovoltaica, ha confrontato le economie di Germania, Francia, Gran Bretagna, Italia e Spagna sulla base di due diversi parametri di ‘grid parity’:

    1. ‘Dynamic grid parity’: momento nel lungo termine, nel quale il fatturato di un impianto fotovoltaico sarà pari ai costi di generazione da un impianto tradizionale;

    2. ‘Generation value competitiveness’: momento in cui, dal punto di vista degli investimenti, un impianto fotovoltaico a terra avrà la stessa attrattivita’ di un impianto a fonte non rinnovabile.

    Secondo questi due parametri perciò, già nel 2013, (un anno prima della Spagna, tre della Francia e quattro prima di Germania e Regno Unito) l’Italia potrebbe conseguire la ‘dynamic grid parity’, mentre nel 2014, verrebbe raggiunta anche la ‘generation value competitiveness’ (un anno prima di Spagna e Francia, tre prima della Germania e cinque prima rispetto al Regno Unito).

    Ad accellerare il raggiungimento della ‘grid parity’ nel nostro paese, sarebbero, secondo l’Epia, la maggior irradiazione solare rispetto agli altri competitors europei e gli elevati costi dell’elettricita’, che comportano un ‘gap’ da colmare piu’ ridotto.

     

    Orizzontenergia.com, 06/09/2011

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button