NewsSostenibilitàStakeholder energiaOrizzontenergia.it

Expo 2015: -1 mese! Ma il viaggio nella sostenibilità non si ferma qui…

    Expo 2015: -1 mese!
    Ma il viaggio nella sostenibilità non si ferma qui…

    Expo Milano 2015 | Albero della vita

     

    A un mese esatto dalla fine di Expo 2015 ecco il diario di un viaggio lungo più di 150 anni, solcato da innovazioni tecnologiche e all’insegna della sostenibilità!

     

    Dalla rivoluzione industriale alla smart citysmart city
    Espressione dall’inglese che significa “Città Intelligente” ed indica, in senso lato, un ambiente urbano in grado di agire attivamente per migliorare la qualità della vita dei propri cittadini, spaziando dal settore prettamente energetico a quello della gestione, smaltimento e riciclo dei rifiuti. La città intelligente riesce a conciliare e soddisfare le esigenze dei cittadini, delle imprese e delle istituzioni, grazie anche all’impiego diffuso e innovativo delle TIC (Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione), in particolare nei campi della comunicazione, della mobilità, dell’ambiente e dell’efficienza energetica.
    , dalla centralità dell’uomo alla centralità della natura: un excursus delle innovazioni tecnologiche che ci hanno cambiato la vita, nate proprio durante le esposizioni universali.

    L’Expo è un evento globale che mira a educare il pubblico, promuovere il progresso e la cooperazione. Così viene definita ufficialmente un’esposizione universale. Diventata patrimonio condiviso, quella dell’Expo, è una storia lunga ormai più di 150 anni che vogliamo farvi ripercorrere con un viaggio nei secoli tra le principali innovazioni tecnologiche che ci hanno rivoluzionato la vita.

    Le innovazioni tecnologiche di ExpoDalla prima edizione di Londra del 1851 a quella di Dubai che verrà, l’Expo è la fotografia della civiltà nella quale viviamo, lo specchio di un’epoca presente ed un occhio al futuro sulle tendenze e i cambiamenti che verranno.

    Un luogo unico per mostrare a tutti i cittadini del mondo l’ingegno umano a servizio dello sviluppo. Ecco quindi, che dall’essere una vetrina di invenzioni e di oggetti, l’Expo di oggi è un’occasione di dialogo e di cooperazione internazionale per riflettere sulle urgenze del Pianeta e sulla necessità di percorrere nuovi modelli di sviluppo.

     

    UN DIARIO DI VIAGGIO INIZIATO NEL LONTANO 1851…

     

    L’APOTEOSI DELL’INGEGNO UMANO SULLA NATURA: OTTO E NOVECENTO

    Melting potLe edizioni tra Otto e Novecento sono state la celebrazione assoluta dell’ingegno industriale dell’uomo e del suo dominio tecnologico sulla natura.

    Nonché una fucina di invenzioni tra cui spiccano moltissimi di quegli oggetti di uso comune che hanno rivoluzionato le abitudini quotidiane di tutti noi: dalla lavatrice, alla macchina da cucire, dal primo veicolo alimentato a petroliopetrolio
    Combustibile di colore da bruno chiaro a nero, costituito essenzialmente da una miscela di idrocarburi. Si è formato per azioni chimiche, fisiche e microbiologiche da resti di microorganismi (alghe, plancton, batteri) che vivevano in ambiente marino addirittura prima della comparsa dei dinosauri sulla terra. I principali composti costituenti del petrolio appartengono alle classi delle paraffine, dei nafteni e degli aromatici, che sono composti organici formati da carbonio e idrogeno e le cui molecole sono disposte secondo legami di varia natura.
    alla macchina da scrivere, dal primo telefono al cellulare, passando anche per la tv e i primi condizionatori.

     

    IL CAMBIO DI ROTTA: IL TERZO MILLENIO

    Con l’avvento del terzo millenio il volto di Expo cambia decisamente i suoi connotati. Non più una vetrina dei successi tecnologici dell’uomo bensì un’occasione per celebrare il Pianeta e la Natura con una nuova consapevolezza che fa’ della sostenibilità la nuova mission epocale, proprio come testimonia il tema di Expo Milano 2015 “Nutrire il Pianeta, EnergiaEnergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    per la Vita”.

     

    1851 – The Great Exhibition, Londra

    Crystal Palace, Expo Londra 1851

    • Il primo grande edificio prefabbricato costruito in metallo e vetro fu il maestoso Crystal Palace, sede dell’Esposizione.
    • La macchina a vapore più potente mai costruita, capace di fornire abbastanza energia per stampare un giornale e insieme far funzionare una serie di telai.

     

    1855 – Parigi

    Macchina da cucire Singer, Expo 1855 Parigi

     

    • Le prime macchine da cucire automatiche Singer. 

     

     

     

     1876 – Philadelphia

     

    Macchina da scrivere Remington, Expo Philadelphia 1876

     

    • La macchina da scrivere di Eliphalet Remington
    • Il telefono di Alexander Graham Bell
    • Il telegrafo di Thomas Alva Edison 

     

     

     

     

     

    1878 – Parigi

    • Presentati i primi prototipi di illuminazione esterna attraverso la lampadina di Edison 

     

    1889 – Parigi

     

    • Tour Eiffel, Expo 1889 ParigiLa Tour Eiffel
    • Presentazione della prima macchina alimentata a gasoliogasolio
      Prodotto derivante dalla distillazione del petrolio greggio. Viene utilizzato soprattutto per alimentare motori Diesel oppure negli impianti di riscaldamento civile. Nei motori Diesel, detti anche ad accensione spontanea, il gasolio viene iniettato nel cilindro dove trova aria molto compressa (anche 40 volte la pressione ambiante). Per poter essere impiegato nei motori il gasolio deve avere determinate caratteristiche, per esempio una buona capacità di accensione (soprattutto alla basse temperature) e un opportuno potere lubrificante.

     

     

    Questa esposizione fu la prima a poter essere visitata anche nelle ore serali grazie al diffuso utilizzo dell’illuminazione elettrica. 

     

    1906 – Milano

     

     

    • Expo 1906 MilanoLa prima esposizione internazionale italiana dedicata la tema del trasporto vide l’inaugurazione del traforo transalpino del Sempione.

     

     

    L’esposizione di Milano fu la celebrazione del nuovo, della velocità e del movimento che venne espresso anche grazie all’utilizzo della fotografia che nelle cronache giornalistiche prese prepotentemente il posto dell’illustrazione. 

     

    1915 – San Francisco

    • Ford presentato il prototipo della linea di assemblaggio delle automobili

    Seguirono le due esposizioni americane di Chicago (1933) e San Diego (1935) il cui tema continuò ad essere quello dei trasporti dell’innovazione tecnologica (invenzione dei robot).

     

    1939 – World’s Fair, New York

    • La prima tv, Expo 1939 NYLa prima televisione

     

     

    1939 – San Francisco

    • Alla Golden Gate International Exposition di San Francisco vennero presentati i primi prototipi di macchine per la creazione dell’energia nucleareenergia nucleare
      Energia derivante dalle trasformazioni che coinvolgono i nuclei atomici (fissione o fusione). Attualmente la produzione di energia elettrica con il nucleare si basa sulla fissione, dal momento che i processi di fusione nucleare sono ancora in fase di studio e ricerca. Il combustibile impiegato è l’uraniouranio
      Elemento metallico radioattivo che si trova sottoforma di ossidi o sali nelle rocce, nel suolo, nell’aria e nell’acqua. L’uranio, così come si trova in natura, è costituito da tre isotopi: l’uranio 238 (per il 99.9 %), l’uranio 235 (l’uranio fissile impiegato come combustibile nelle centrali nucleari) e l’uranio 234, in piccolissime tracce.
       235, contenuto in piccola concentrazione nell’uranio naturale. Nelle centrali di questo tipo l’enorme quantitativo di energia che si libera dalle reazioni nucleari viene ceduto a un fluido che a sua volta la cede all’acqua che poi percorre un ciclo di potenza uguale a quello delle centrali a vapore convenzionali.
      .

    Le esposizioni seguenti furono caratterizzate da una continua centralità dell’uomo, delle sue scoperte scientifiche e dei suoi traguardi tecnologici, anche in vista di una ripresa economica dopo la guerra.

    Fu solo nel 1968, con l’esposizione di San Antonio che Expo cambiò completamente pagina: il tema centrale fu infatti la pace e la convivenza in armonia dei popoli provenienti da diverse nazioni.

    L’edizione di Spokane del 1974 fu invece la prima a trattare di temi ambientali, innescando l’inizio di un’evoluzione green delle esposizioni universali che, soprattutto a partire dalla fine degli anni Novanta guarderanno sempre più alle questioni ambientali ed agli aspetti naturalistici.

    1998 – Lisbona

    Il tema centrale dell’Expo di Lisbona del 1998 furono gli “Oceani”, considerati come un’importante riserva naturale indispensabile per la sopravvivenza futura dell’uomo e della Terra.

    2000 – Hannover

    Il tema di questa edizione fu “Uomo, Natura, Tecnologia: la nascita di un mondo nuovo”.

    2005 – Aichi

    “La saggezza della natura” fu il tema dell’edizione giapponese del 2005.

    2008 – Saragoza

    Questa esposizione venne dedicata all’acqua e alle fonti rinnovabilifonti rinnovabili
    Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell’uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili:
    – il sole
    – il vento
    – l’acqua
    – la geotermia
    – le biomasse
    .

    2010 – Shangai

    “Better city, better life”, fu questo lo slogan dell’edizione cinese, che guardò alla città come un organismo vivente e ne esplorò le dinamiche di nascita e di crescita con un occhio interamente dedicato al futuro della vita urbana.

     

    2012 – Yeosu

    Expo 2012 Yeosu

    L’expo coreano di Yeosu si focalizzò sulla salvaguardia dell’ambiente marino e costiero.

     

     

    2015 – Milano

    Expo Milano 2015 | Nutrire il Pianeta Energia per la Vita

     

    La staffetta è ora nelle mani di Milano che con il tema Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita sta facendo riflettere il mondo intero sul tema della sostenibilità alimentare e su quanto nutrizione, salute e ambiente siano beni comuni e tasselli fondamentali per uno sviluppo sostenibilesviluppo sostenibile
    Lo sviluppo sostenibile è quel tipo di sviluppo che garantisce i bisogni delle generazioni presenti senza compromettere il futuro delle generazioni a venire. I tre obiettivi dello sviluppo sostenibile sono: prosperità economica, benessere sociale e limitato impatto ambientale. La prima definizione, risalente al 1987, è stata quella contenuta nel rapporto Brundtland, poi ripresa successivamente dalla Commissione mondiale sull’ambiente e lo sviluppo dell’ONU.
    del Pianeta.

     

      

    Orizzontenergia.it

     

    UN VIAGGIO NEI SECOLI TRA LE INVENZIONI CHE CI HANNO RIVOLUZIONATO LA VITA

    Se vuoi approfondire…

     

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button