NewsEfficienza & RisparmioIncentivi E Detrazioni FiscaliEnergia & MercatoMercato & BollettePolitica EnergeticaRinnovabiliElettricità

FAVOREVOLI ALLA “SPALMATURA” DELLA COMPONENTE A3, PURCHE’ NON CI SIANO SORPRESE “LAST MINUTE”

    …e quindi di far diminuire il costo dell’energia elettricaenergia elettrica
    Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all’energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
    senza che vi siano negative ed ingiuste conseguenze per i produttori.

    Tale risultato si ottiene diluendo il prelievo dalle bollette su un arco temporale più esteso, con un effetto uguale a quello dell’allungamento della durata di un mutuo.

    “Siamo sempre stati a favore di soluzioni intelligenti – afferma il Presidente di assoRinnovabili Re Rebaudengo – che riescano a contemperare il legittimo affidamento di chi ha investito in impianti rinnovabili con la competitività delle piccole e medie imprese italiane, peraltro già tartassate dalla burocrazia e da una tassazione senza eguali in Europa. Ci auguriamo che questo progetto, condiviso dal Ministro, trovi concreta realizzazione nel prossimo “DL Fare 2” annunciato per il mese di settembre e che rappresenti il momento di svolta per tornare a parlare di sviluppo e nuovi investimenti nelle rinnovabili, unica garanzia per una autonoma (dai produttori di petroliopetrolio
    Combustibile di colore da bruno chiaro a nero, costituito essenzialmente da una miscela di idrocarburi. Si è formato per azioni chimiche, fisiche e microbiologiche da resti di microorganismi (alghe, plancton, batteri) che vivevano in ambiente marino addirittura prima della comparsa dei dinosauri sulla terra. I principali composti costituenti del petrolio appartengono alle classi delle paraffine, dei nafteni e degli aromatici, che sono composti organici formati da carbonio e idrogeno e le cui molecole sono disposte secondo legami di varia natura.
    e gas) e sostenibile (senza emissioni nocive e distruzione di risorse) politica energetica del nostro Paese
    .”

    Fonte: assoRinnovabili

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button