NewsAmbienteStakeholder energiaMattm - Min.ambiente

Firmata la transazione per le bonifiche Isab

    Prestigiacomo: «Svolta importante per consentire il risanamento e il rilancio produttivo del Siracusano»

     

    L’Isab ha aderito all’Accordo di Programma per la bonifica dell’area industriale Priolo-Augusta. Stamani, presso gli uffici del Ministero dell’Ambiente è stata firmata, dal direttore generale del Ministero Marco Lupo e dal responsabile degli affari generali dell’Isab Giancarlo Metastasio, una transazione che impegna la società a versare circa 30 milioni quale contributo per la bonifica delle aree pubbliche e quale contributo per la messa in sicurezza della falda dell’intero sito.

    L’Isab inoltre si è impegnata a bonificare le aree di sua proprietà secondo quanto previsto nel progetto di bonifica dei suoli approvato dalla conferenza di servizi decisoria del 28 luglio. Le risorse oggetto della transazione saranno investite dal Ministero dell’Ambiente, in aggiunta ai fondi già disponibili, per il finanziamento delle opere di bonifica previste nell’accordo di programma insieme a tutti i soggetti pubblici locali firmatari dell’intesa.

    L’accordo con l’Isab riguarda in questa prima fase solo l’area a sud, sede dell’insediamento “storico” dell’industria. Per le aree a nord è in via di definizione un altro accordo che deve coinvolgere anche l’Eni, che era in precedenza proprietaria delle aree. «L’adesione dell’Isab all’accordo di programma – commenta il Ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo – rappresenta una svolta importante per l’attuazione dell’intesa. Sono convinta che, una volta che uno dei principali gruppi industriali del polo petrolchimico siracusano ha definito con una transazione il suo impegno per le bonifiche, anche gli altri soggetti presenti nell’area aderiranno all’accordo consentendo un più veloce e completo svolgimento di quelle bonifiche che sono una conditio sine qua non per un nuovo sviluppo produttivo del siracusano».

     

    Fonte: Min. Ambiente, 02/08/2011

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button