NewsRinnovabiliSolareStakeholder energiaAnie/gifi

Fotovoltaico: la transizione verso il 4° Conto Energia secondo ANIE/GIFI

    Milano, 25 Marzo 2011. ANIE/GIFI ha organizzato oggi a Parma una tavola rotonda sulla situazione attuale del fotovoltaico in Italia e sulle prospettive del settore alla luce dell’approvazione del Decreto Legislativo sulle Rinnovabili.

    Si è trattato di un importante momento di confronto tra i numerosi operatori presenti durante il quale ANIE/GIFI ha presentato la sua proposta per gestire al meglio il passaggio dall’attuale sistema di incentivazione a quello che sarà in vigore dal 1 Giugno 2011.

    I due principi fondamentali per gestire al meglio la transizione – dichiara Andrea Brumgnach, Consigliere GIFI-ANIE, responsabile della Commissione Comunicazione & Marketing intervenuto oggi alla tavola rotonda – sono quelli di salvaguardare gli investimenti già avviati e di evitare l’adozione di ogni misura che provochi distorsioni al mercato come è successo nel caso del Salva Alcoa.

    ANIE/GIFI ha anche presentato durante il dibattito le linee generali della proposta in via di definizione per il 4° Conto EnergiaConto Energia
    Il Conto Energia è una forma di incentivazione statale a sostegno della produzione di energia elettrica da impianti fotovoltaici.
    Entrato in vigore con il Decreto Ministeriale del 19 Febbraio 2007, consiste nell’attribuzione di una tariffa incentivante, proporzionale all’energia prodotta, in base alla tipologia di impianto (non integrato architettonicamente, parzialmente integrato, integrato). Le tariffe vengono corrisposte per un periodo di 20 anni a partire dalla data di entrata in esercizio dell’impianto e rimangono costanti per l’intero periodo.
    che sarà discussa nei prossimi giorni con il Ministero dello Sviluppo Economico. Le istanze dell’industria fotovoltaica italiana sono:

    • l’incentivo deve essere considerato come un mezzo per accompagnare da un lato il mercato alla maturità e dall’altro l’industria nazionale alla piena competitività;
    • l’incentivo può essere ridotto in maniera graduale parallelamente alla riduzione dei costi dei sistemi fotovoltaici in modo da dare stabilità al mercato;
    • la struttura del 4° Conto EnergiaEnergia
      Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
      dovrebbe premiare l’autoconsumo e continuare a sostenere la rimozione di eternit ed i premi per l’efficienza energeticaefficienza energetica
      Con questi termini si intendono i miglioramenti che si possono apportare alla tecnologia per produrre gli stessi beni e servizi utilizzando meno energia, con conseguente riduzione dell’ impatto ambientale e dei costi associati.
      .

    Sono sicuro che – conclude Brumgnach sulla base di questi principi, la nostra proposta potrà garantire uno sviluppo sostenibilesviluppo sostenibile
    Lo sviluppo sostenibile è quel tipo di sviluppo che garantisce i bisogni delle generazioni presenti senza compromettere il futuro delle generazioni a venire. I tre obiettivi dello sviluppo sostenibile sono: prosperità economica, benessere sociale e limitato impatto ambientale. La prima definizione, risalente al 1987, è stata quella contenuta nel rapporto Brundtland, poi ripresa successivamente dalla Commissione mondiale sull’ambiente e lo sviluppo dell’ONU.
    del mercato, una maggiore indipendenza energetica del nostro paese e la creazione di molti altri posti di lavoro qualificati lungo tutta la filiera.

    La tavola rotonda è stata moderata da Paolo Pogliani della redazione tecnica della rivista Impianti Solari ed ha visto la partecipazione di importanti aziende del settore fotovoltaico insieme ad un rappresentante del mondo bancario.


    Per informazioni: Federico Brucciani | [email protected]| 345 74 33 568


    Fondato nel 1999, GIFI (Gruppo Imprese Fotovoltaiche Italiane) aderente a Confindustria ANIE rappresenta le imprese attive in Italia nel settore del fotovoltaico, come fornitori di tecnologia e di impianti completi. GIFI associa 147 aziende per un fatturato aggregato settoriale superiore a 3 miliardi di euro

    Confindustria ANIE, con oltre 1.100 aziende associate e circa 170.000 occupati, rappresenta il settore più strategico e avanzato tra i comparti industriali italiani, con un fatturato aggregato di 56 miliardi di euro (di cui 23 miliardi di esportazioni). Il saldo della bilancia commerciale è attivo per circa 800 milioni di euro. Le aziende aderenti a Confindustria ANIE investono in Ricerca e Sviluppo il 4% del fatturato, rappresentando più del 30% dell’intero investimento in R&S effettuato dal settore privato in Italia.

    Comunicato stampa GIFI, 25/03/2011

    [altre notizie correlate]

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button