NewsNucleareStakeholder energiaOrizzontenergia.it

Fukushima, Naoto Kan: «Aree inabitabili per decenni»

    Ammonta a circa 130 miliardi di dollari il piano di bonifica del governo

     

    Il primo ministro giapponese Naoto Kan, nella sua ultima visita alla prefettura di Fukushima (date le imminenti dimissioni), ha dichiarato che le aree intorno alla centrale, duramente colpita dal sisma/tsunami dello scorso 11 marzo, potrebbero restare inabitabili per decenni a causa degli elevati livelli di radiazioniradiazioni
    Termine generico utilizzato per indicare fenomeni di trasporto dell’energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    . Le radiazioni sono onde elettromagnetiche che possono essere caratterizzate da una determinata lunghezza d’onda a seconda della sorgente che le genera. La radiazione visibile, per esempio, è costituita da onde elettromagnetiche che percepiamo sotto forma di luce e che associamo a colori diversi. I raggi X, invece, sono radiazioni di minore lunghezza d’onda  emesse da elettroni molto veloci che decelerano bruscamente urtando contro un bersaglio metallico. Sono radiazioni molto penetranti utilizzate in diagnosi medica e in molte altre situazioni in cui occorre “vedere” all’interno di oggetti chiusi.
    rilevati.

     «Non posso negare l’ipotesi che possa passare parecchio tempo prima che la gente sia nelle condizioni di ritornare alle proprie abitazioni e vivere in regioni che hanno concentrazioni radioattive elevate», ha detto il premier durante l’incontro con il governatore Yuhei Sato.

    Stando alle stime del governo di Tokyo infatti, il tempo necessario per ripristinare la sicurezza in quelle aree dove attualmente la contaminazione è pari a circa 200 millisievert all’anno sarebbe più di 20 anni, mentre si stimano una decina di anni in quelle in cui i livelli di radioattività sono all’incirca di 100 millisievert.

    Le stime ufficializzate dal premier confermano quindi le indicazioni che numerosi esperti avevano fornito ormai da tempo combinando il declino naturale delle radiazioni e gli interventi umani di bonifica.

    OFF LIMITS LA ZONA NEL RAGGIO DI 20 KM

    A poco più di 5 mesi dal disastro nuclearenucleare
    Forma di energia derivante dai processi che coinvolgono i nuclei atomici (fissione e fusione).
    , i livelli di radioattività registrati nel raggio di 20 Km dalla centrale, distante appena 250 km a NE da Tokyo, continuano a rimanere molto elevati. A Okuma addirittura, città distante 3 km a SO dalla centrale, secondo i dati del Ministero della Scienza nipponico, sono 278 i millisievert rilevati (pari ad almeno 508 sui 12 mesi). Dato particolarmente allarmante dal momento che il limite annuale di esposizione per la popolazione è di 1 millisievert.

     

    Orizzontenergia.com, 29/08/2011

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button