NewsNucleareStakeholder energiaOrizzontenergia.it

Fukushima – Tepco rileva radiazioni a livelli record, pari ad almeno 10 sieverts all’ora

    Zona off-limits, emergenza nuclearenucleare
    Forma di energia derivante dai processi che coinvolgono i nuclei atomici (fissione e fusione).
    tutt’altro che finita

     

    Durante il pomeriggio dell’1 agosto tre operai dell’impianto di Fukushima Daiichi impegnati nelle operazioni di messa in sicurezza della centrale gravemente danneggiata dal sisma/tsunami dello scorso 11 marzo hanno rilevato, tra i reattori n°1 e 2, un dosaggio di radiazioniradiazioni
    Termine generico utilizzato per indicare fenomeni di trasporto dell’energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    . Le radiazioni sono onde elettromagnetiche che possono essere caratterizzate da una determinata lunghezza d’onda a seconda della sorgente che le genera. La radiazione visibile, per esempio, è costituita da onde elettromagnetiche che percepiamo sotto forma di luce e che associamo a colori diversi. I raggi X, invece, sono radiazioni di minore lunghezza d’onda  emesse da elettroni molto veloci che decelerano bruscamente urtando contro un bersaglio metallico. Sono radiazioni molto penetranti utilizzate in diagnosi medica e in molte altre situazioni in cui occorre “vedere” all’interno di oggetti chiusi.
    superiore di ben tre volte rispetto ai massimi precedenti del 3 giugno, quando il dosaggio era pari a 3/4 sieverts all’ora.

    Almeno 10 i sieverts all’ora rilevati. «Stiamo ancora verificando la causa di livelli tanto elevati di radioattività» ha dichiarato un portavoce della Tepco, utilityutility
    Azienda che si occupa della forniutura di beni o servizi di pubblica utilità come ad esempio energia elettrica, gas e acqua.
    che gestisce l’impianto nucleare e che insieme al governo nipponico sta lavorando alla fase 1 della messa in sicurezza dei reattori tramite raffreddamento delle temperature.

    Intanto la società fa sapere che ad agosto, nell’ambito della fase 2, sarà prevista la stesura di un progetto riguardante la costruzione di una muraglia lunga ben 800 metri e profonda 20, per impedire che l’acqua contaminata tra i reattori n°1 e 4 termini in mare.

     

    Fonte: Orizzontenergia.com, 04/08/2011

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button