NewsEnergia & MercatoMercato & BolletteFossiliGasStakeholder energiaAeegsi

Gas: migliorano qualità e sicurezza del servizio, 1 milione di euro di indennizzi ai consumatori

    Milano, 18 Agosto 2011 – Negli ultimi cinque anni, la sicurezza del servizio gas ha registrato un positivo miglioramento della qualità dei servizi ed un calo del 16% circa delle dispersioni. Inoltre, i clienti gas hanno ricevuto circa un milione di euro di indennizzi dagli operatori per il mancato rispetto della regolazione dell’Autorità sui servizi di distribuzionedistribuzione
    Attività di trasporto (di elettricità o di gas) agli utilizzatori finali attraverso le reti di distribuzione.
    del gas (come, ad esempio, per ritardi nelle prestazioni, non puntualità negli appuntamenti con i clienti, etc.).

    Sono questi alcuni degli effetti dei meccanismi di premio e penalità introdotti per accrescere la sicurezza, la continuità e la qualità nei servizi di distribuzione e vendita del gas. Dalle rilevazioni dell’Autorità emerge che dal 2006 al 2010 le dispersioni sono diminuite del 16% circa; i controlli hanno superato il 50% del totale della rete, ben oltre il limite minimo previsto; ed in crescita sono anche le verifiche sulla corretta odorizzazione del gas, essenziale per individuare eventuali fughe.

    Questa tipologia di verifiche è progressivamente aumentata negli ultimi sette anni, soprattutto per effetto delle campagne di controlli a campione, senza preavviso, svolte dall’Autorità in collaborazione con la Stazione Sperimentale per i Combustibili e il Comando Unità Speciali della Guardia di Finanza.

    Riscontri positivi anche per quanto riguarda il servizio di pronto intervento da parte dei distributori: infatti, il tempo di arrivo sul luogo di chiamata risulta di circa 35 minuti a livello medio nazionale, nettamente inferiore al limite massimo di 60 minuti previsto dalla regolazione. Più in generale, per quasi tutte le tipologie di prestazioni, i clienti possono beneficiare di servizi di maggiore qualità con una migliore puntualità negli appuntamenti con i clienti ed il rispetto dei tempi di esecuzione dei lavori. Inoltre, in particolare per i piccoli clienti, è ulteriormente diminuito il tempo di attivazione della fornitura e di riattivazione in caso di distacco per morosità.Un segnale positivo arriva anche dalla diminuzione del numero di accertamenti negativi sulle richieste di attivazione di forniture per nuovi impianti, a conferma che le procedure di sicurezza introdotte dall’Autorità a tutela dei consumatori sono ormai prassi consolidata 1.

    1. L’Autorità ha stabilito che prima di attivare la fornitura di gas ad un nuovo impianto, il distributoredistributore
    Soggetto proprietario e responsabile della rete di distribuzione locale (di elettricità o di gas) a cui sono allacciati direttamente gli utenti finali.
    deve accertarne la conformità alla legislazione in tema di sicurezza.

    Fonte: AEEG, 18/08/2011

     

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button