GeotermiaNews: Geotermia

Geotermia: Momento di grande incertezza a livello nazionale

Nessun incentivo garantito dal FER 1, protestano i sindacati

    Punto interrogativo sul futuro della geotermia

    In Toscana sono sfociate le proteste dei sindacati che richiedono interventi governativi in difesa di questa storica fonte

     

    In Italia la geotermia sta vivendo un periodo di grande instabilità; il decreto Fer 1, presentato pochi giorni fa al MiSE, non prevede alcun incentivo per questa fonte rinnovabile elettrica. Questo clima di incertezza ha causato malcontento tra gli addetti ai lavori, ed alcuni hanno inoltre manifestato richiedendo maggior considerazione per questa fonte.

    In Toscana, a Santa Fiora provincia di Grosseto, è stata organizzata poche settimane fa una manifestazione in favore di questa fonte rinnovabile che storicamente è la più importante per l’intera regione: i dati mostrano che la produzione annua di energia elettrica da fonte geotermica ammonti a 6 GWh, garantendo il fabbisogno energetico regionale per il 30% della popolazione ed inoltre rappresenta il 70% dell’energia elettrica prodotta da FER sembre in ambito toscano.

    I sindacati si sono mossi in difesa di questa fonte e dell’intera filiera, la quale garantisce l’occupazione di quasi 2000 lavoratori, richiedendo l’attenzione sui seguenti punti:

    • è stato richiesto al governo di riconsiderare la Geotermia all’interno delle fonti rinnovabili che godono di incentivi a partire dal prossimo FER 2;
    • alla Regione Toscana si richiede l’approvazione di una legge sulla Geotermia;
    • all’Enel è stato invece richiesto di continuare il proprio impegno a favore dello sviluppo di questa fonte.
    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *