NewsEfficienza & RisparmioEnergia & MercatoMercato & BollettePolitica EnergeticaStakeholder energiaSostariffe.itEfficienza Energetica

Governo modifica fatturazione luce. Consumatori sul piede di guerra

    Dopo aver sollecitato lo stralcio dell’articolo 11, ora chiedono la modifica dell’art. 9.6 che riguarda una modifica importante della frequenza di fatturazione della luce, che passerebbe da bimestrale a semestrale.

    Così Adoc, Assoutenti, Altroconsumo, Assoconsum, Casa del Consumatore, Codacons, Codici, Cittadinanzattiva, Federconsumatori, MDC e UNC hanno denunciato che queste proposte “vanno in senso inverso al sostegno dei comportamenti virtuosi e all’efficienza energeticaefficienza energetica
    Con questi termini si intendono i miglioramenti che si possono apportare alla tecnologia per produrre gli stessi beni e servizi utilizzando meno energia, con conseguente riduzione dell’ impatto ambientale e dei costi associati.
    ”.

    In particolare, se le disposizioni dell’art. 9.6 lettera a) punto 2 e punto 3 della bozza di decreto legislativo vengono approvate così come sono adesso, ci sarebbe un’importante riduzione della frequenza di fatturazione per gli utenti, che comporterebbe gravi conseguenze per le famiglie.

    Ricordiamo che la Direttiva n. 2012/27/EU stabilisce un cambiamento della frequenza di fatturazione della luce, con l’obiettivo di migliorare l’atteggiamento degli utenti, stimolando la riduzione dei consumi energetici e collaborando nella scelta delle migliori tariffe luce sul mercato.

    La direttiva europea sottolinea che è possibile raggiungere questa meta con l’aiuto delle autoletture inviate dalle famiglie, mentre nei casi in cui si disponga di contatori intelligenti, basterebbe fornire le informazioni di fatturazione con cadenza mensile.

    Anche il Consiglio Europeo dei Regolatori dell’EnergiaEnergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    (CEER) nel 2012 aveva raccomandato la scelta di una frequenza di fatturazione mensile ai consumatori.

    Ciononostante, la bozza del decreto legislativo che recepisce questa direttiva UE propone che la fatturazione abbia luogo “almeno ogni trimestre su richiesta oppure nel caso in cui i consumatori abbiano optato per la fatturazione elettronica, altrimenti due volte l’anno”.

    Si tratta di una proposta insensata, soprattutto se si tiene in conto che le fatture sono aumentate di molto, e che sempre più il malfunzionamento del sistema crea fatturazioni con letture stimate e conguagli stratosferici che danneggiano gravemente le economie delle famiglie, conducendo a casi di morosità la cui colpa non è imputabile al cliente finalecliente finale
    La persona fisica o giuridica che acquista energia elettrica esclusivamente per proprio uso (per esempio clienti domestici oppure piccole e medie imprese).
    .

    Per questo motivo, le associazioni firmatarie della nota chiedono “al Governo di modificare i punti relativi e di favorire invece una sempre maggiore aderenza alla realtà della fatturazione. Il consumatore vuol pagare ciò che realmente consuma anche eventualmente promuovendo l’uso dell’autolettura e le tecnologie smart meteering che funzionino realmente”.

    “Soprattutto – sottolineano le associazioni – chiediamo di garantire una cadenza della fatturazione bimestrale, mensile o secondo le esigenze manifestate dal consumatore per evitare di trovarsi a pagare importi spropositati e troppo distanti nel tempo”.

    Infine, va ricordato che le offerte luce o gas “tutto compreso” del mercato liberomercato libero
    Mercato in cui sia le imprese che producono sia le imprese che vendono energia elettrica operano in regime di concorrenza, stimolando una competizione che può portare benefici ai consumatori in termini di prezzi e qualità del servizio.
    , che funzionano attraverso un sistema di taglie o pacchetti prestabiliti e scelti dal cliente, consentono di conoscere in anticipo quanto si pagherà per le bollette, senza sorprese né maxi-conguagli.

    Per identificare queste e tutte le migliori offerte luce e gas del mercato libero, rimandiamo al lettore al comparatore gratuito ed indipendente del portale SosTariffe.it.

    Fonte: SosTariffe.it

    Recepimento Direttiva 27/2012 sull’Efficienza Energetica

    I pareri di Associazioni e Consumatori sulla bozza del DLGS Efficienza Energetica

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button