NewsRinnovabiliEolicoStakeholder energiaE.on

Gruppo E.ON: al via il più grande parco eolico offshore al mondo, London Array

    Gruppo E.ON annuncia l’avvio della produzione di energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    del più grande parco eolico offshore al mondo: London Array, situato presso l’estuario del Tamigi

    Gruppo E.ON: al via il più grande parco eolico offshore al mondo, London ArrayLa costruzione dell’impianto, che ha una capacità di 630 MW, è stata avviata a marzo del 2011 e ad oggi sono state installate 152 delle 175 turbine previste. Si prevede che il parco sia completato entro la fine dell’anno.

    Le 175 turbine produrranno la quantità di energia elettricaenergia elettrica
    Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all’energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
    sufficiente a soddisfare il fabbisogno di oltre 470.000 abitazioni nel Regno Unito.

    Dr. Tony Cocker, CEO di E.ON UK, ha commentato: “Quella odierna non è solo una tappa fondamentale per lo sviluppo di London Array, ma rappresenta un momento storico per tutto il settore delle rinnovabili. Crediamo fermamente che l’elettricità prodotta da fonti rinnovabilifonti rinnovabili
    Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell’uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili:
    – il sole
    – il vento
    – l’acqua
    – la geotermia
    – le biomasse
    abbia un ruolo sostanziale per consentirci di fornire energia in modo sostenibile, sicuro e a costi accessibili ed è per questo che puntiamo a ridurre i costi dell’eolico offshore del 40% entro il 2015”.

    Fonte: E.ON

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button