NewsEfficienza & RisparmioIncentivi E Detrazioni FiscaliRinnovabiliBiomassa

GSE: Incentivazione fonti rinnovabili con Certificati Verdi

    Il GSE informa che è disponibile nella sezione web Certificati verdiCertificati verdi
    I certificati verdi, introdotti con il cosiddetto decreto Bersani sulla liberalizzazione del settore elettrico, costituiscono una forma di incentivazione dell’energia prodotta con fonti rinnovabili. Essi vengono assegnati agli impianti rinnovabili entrati in funzione dopo il 1° aprile 1999 che producono energia elettrica, ad esclusione della fonte solare. Dal 2002, produttori e importatori di energia elettrica prodotta da fonti non rinnovabili hanno l’obbligo di immettere ogni anno in rete una certa quota di energia elettrica prodotta da impianti alimentati da fonti rinnovabili. L’obbligo può essere soddisfatto anche attraverso l’acquisto di CV da altri soggetti. La quota imposta (cioè la percentuale di energia da rinnovabili rispetto a quella prodotta con fonti tradizionali) è decretata per legge.
    > Rilascio e ritiro certificati
     l’aggiornamento della “Procedura applicativa per l’emissioneemissione
    Qualsiasi sostanza solida, liquida o gassosa introdotta nell’atmosfera a seguito di processi naturali o antropogenici, che produce direttamente o indirettamente un impatto sull’ambiente.
    , la gestione e il ritiro dei Certificati Verdi
    “.

    Di seguito sono indicate alcune delle prossime scadenze per l’emissione dei Certificati Verdi (CV) previste dalla procedura:

    A gennaio 2014 saranno emessi i CV su base mensile fino alla produzione del mese di novembre 2013; l’emissione dei CV di dicembre 2013 sarà contestuale all’attività di conguaglio annuale. Dal 1°febbraio 2014 sarà possibile, sul portale web ECV secondo le modalità descritte nella procedura, avanzare o validare le proposte di conguaglio annuale 2013.

    La prima emissione dei CV 2014 potrà avvenire non prima del conguaglio dell’anno 2013 e, dunque, presumibilmente a partire dal secondo trimestre 2014.

    Anche per l’anno 2014, in attesa del completamento del quadro regolatorio in materia di misure e per consentire ai produttori e ai gestori di rete di adeguare ove necessario gli apparati di misura, si prevede la continuazione del regime transitorio previsto già a partire dall’anno 2013.

    Durante tale periodo transitorio, per gli impianti a isola e per gli impianti per i quali l’energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    netta viene calcolata a partire dall’energia lorda prodotta e non siano disponibili le misure da parte dei gestori di rete, i produttori potranno comunque comunicare tali valori tramite dei registri di produzione mensili.

    Fonte: GSE-Gestore Servizi Energetici

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *