NewsRinnovabiliStakeholder energiaGse

GSE pubblica il Rapporto Statistico “Impianti a fonti rinnovabili – Anno 2010”

    Nel 2010 continua la corsa delle rinnovabili: la potenzapotenza
    Grandezza data dal rapporto tra il lavoro (sviluppato o assorbito) e il tempo impiegato a compierlo. Indica la rapidità con cui una forza compie lavoro. Nel Sistema Internazionale si misura in watt (W).
    installata arriva a 30.284 MW (+14% rispetto al 2009) e la produzione a 76.964 GWh (+11%).

    La crescita della produzione è dovuta principalmente alla fonte idraulica che nel 2010 ha raggiunto il suo massimo storico pari a 51.117 GWh.

    I consumi finali elettrici da fonti rinnovabilifonti rinnovabili
    Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell’uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili:
    – il sole
    – il vento
    – l’acqua
    – la geotermia
    – le biomasse
    , secondo quanto previsto nel Piano di Azione Nazionale, dovrebbero coprire nel 2020 il 26,4% del consumo lordo di energia elettricaenergia elettrica
    Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all’energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
    . Nel 2010 questa quota ha raggiunto il 20,1% in crescita rispetto al 18.8% del 2009.

    I dati sono contenuti nel Rapporto Statistico “Impianti a fonti rinnovabili – Anno 2010

    Quest’anno la pubblicazione esce come un unico rapporto capace di rappresentare la realtà degli impianti a fonte rinnovabile presenti in Italia. Contiene quindi informazioni su consistenza, potenza installata e produzione elettrica generata a livello nazionale, regionale e provinciale.

    Il rapporto riporta inoltre la ripartizione dell’energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    elettrica rinnovabile a livello regionale utile per il calcolo del futuro burden-sharing.

    In un’apposita sezione, sono sinteticamente riportati e quantificati i servizi e le diverse tipologie di incentivi riconosciuti dal GSE alla produzione di energia elettrica rinnovabile nell’anno 2010.

    A conclusione il confronto con i principali Paesi Europei dove si riporta la diffusione della potenza installata in Europa e nel Mondo.

     

    Fonte: GSE, 04/10/2011

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button