NewsRinnovabiliFotovoltaicoSolareStakeholder energiaIses

Il fotovoltaico punta alla perovskite

    La ricerca parte dai successi italiani.

    Quella delle celle solari a “perovskite ibrida” è un’idea sviluppata in Italia e al centro di due progetti di ricerca coordinati dall’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT). Entrambi i lavori uniscono celle tradizionali, al silicio e organiche (migliorando costi e resa), e sono stati pubblicati recentemente su Nature Photonics ed Energy and Environmental Science.

    Secondo la responsabile Annamaria Petrozza, «con questa soluzione riusciamo a sfruttare il meglio delle due tecnologie esistenti per le celle fotovoltaiche, quelle basate sul silicio e quelle organiche».

    Celle solari a “perovskite ibrida”La perovskite ibrida è una struttura cristallina molto semplice da produrre, studiata a partire dagli anni ’80 per le sue applicazioni nel mondo dell’ottica, ma che potrebbe contribuire al settore del fotovoltaico. Per ora i ricercatori dell’IIT sono riusciti a creare pannelli con un’efficienza del 18% ma puntano a breve di raggiungere il 20%. Valori simili a quelli delle celle tradizionali ma a costi molto inferiori.

    «Stiamo lavorando su due fronti: da un lato per capire a fondo i segreti di questo materiale e dall’altro lo sviluppo tecnologico per avere celle sempre più efficienti», conclude la ricercatrice.

    Fonte: ISES Italia

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button