NewsFossiliCarboneStakeholder energiaOrizzontenergia.it

Il Ministero dell’Industria spagnolo prepara nuove misure per aumentare e incentivare l’uso del carbone nazionale

    Madrid – Come si evince da un comunicato della Commissione Nazionale dell’EnergiaEnergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    (CNE)
    , il Ministero dell’Industria spagnolo sta preparando nuove misure per incrementare la produzione di energia elettricaenergia elettrica
    Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all’energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
    da carbonecarbone
    Il carbone è una roccia sedimentaria composta prevalentemente da carbonio, idrogeno e ossigeno. La sua origine, risalente a circa 300 milioni di anni fa, deriva dal deposito e dalla stratificazione di vegetali preistorici originariamente accumulatisi nelle paludi. Questo materiale organico nel corso delle ere geologiche ha subito delle trasformazioni chimico-fisiche sotto alte temperature e pressioni. Attraverso il lungo processo di carbonizzazione questo fossile può evolvere dallo stato di torba a quello di antracite, assumendo differenti caratteristiche che ne determinano il campo d’impiego.
    I carboni di formazione relativamente più recente (ovvero di basso rango) sono caratterizzati da un’elevata umidità e da un minore contenuto di carbonio, quindi sono ‘energeticamente’ più poveri, mentre quelli di rango più elevato hanno al contrario umidità minore e maggiore contenuto di carbonio.
    nazionale
    e raggiungere così gli obiettivi del regio decreto relativo alle restrizioni tecniche mirate a favorire la combustionecombustione
    Processo chimico esotermico (ovvero che comporta sviluppo di calore) in cui il combustibile si combina con l’ossigeno presente nell’aria oppure appositamente separato (comburente). La reazione di combustione avviene previo innesco localizzato (accensione).
    del carbone autoctono
    .

    La CNE considera “appropriate” le nuove misure di governo, che mirano ad “accelerare il raggiungimento degli obiettivi del regio decreto, riducendone inoltre il periodo di applicazione”: stando alle stime a fine anno le centrali termoelettriche saranno alimentate già per l’80% da carbone nazionale. Questo livello di conformità, comunque inferiore rispetto al previsto, è dovuto al fatto che la norma è entrata in vigore solo dopo due mesi dall’inizio dell’anno ed in presenza di un divario termico ridotto.

    Data l’attuale assenza di regolazione dei prezzi orari di mercato giornalieri, la CNE riterrebbe inoltre opportuno introdurre un ulteriore emendamento che permetta l’applicazione della tariffa minima per le centrali alimentate da carbone autoctono.

    D’altro canto, il regolatore ritiene che la piena integrazione del sistema elettrico delle Baleari nel mercato iberico avverrà nel medio termine, e secondo i suoi calcoli, questa integrazione si tradurrà in un risparmio annuo di ben 50 milioni di euro per il subsistema delle Baleari.

     

    Orizzontenergia.com, 23/09/2011

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button