NewsAmbienteGreen EconomySostenibilitàStakeholder energiaMattm - Min.ambiente

Il Ministro Clini aprirà gli Stati Generali della Green Economy

    Il 7 e 8 novembre a Rimini le 70 proposte per far uscire l’ Italia dalla crisi

    Il ministro dell’ambiente, Corrado Clini, aprirà a Rimini gli Stati Generali della Green Economy, la piattaforma programmatica per sviluppare in Italia un’economia sostenibile, che si svolgeranno il 7 e 8 Novembre prossimi in occasione di Ecomondo-Key Energy.

    Nel corso della due giorni dedicata all’ambiente, organizzata dal Ministero dell’Ambiente e da 39 organizzazioni dii imprese green, verrà presentato “Un programma di sviluppo della green economy per contribuire a far uscire l’Italia dalla crisi”, che contiene 70 proposte, intorno alle quali si svilupperà un confronto fra i diversi livelli istituzionali e i rappresentanti di organismi internazionali, delle imprese e dei sindacati, del mondo politico e parlamentare, delle associazioni ambientaliste.

    Il percorso per arrivare agli Stati Generali della Green Economy ha preso il via a marzo scorso, su iniziativa del Ministro Clini, ed è proseguito con otto assemblee programmatiche che hanno coinvolto più di 1000 esperti, workshop tecnici, consultazioni tematiche che hanno contribuito ad elaborare, come ha sottolineato il Ministro Clini , “un’originale costruzione dal basso di una strategia di sviluppo per il futuro dell’ Italia che nello stesso tempo contribuisce in modo concreto alla preparazione della strategia e delle politiche europee per la green economy”.

    Il Programma per lo sviluppo di una green economy è incentrato su 8 settori individuati come strategici per lo sviluppo di un’economia verde: mobilità sostenibile; efficienza e risparmio energeticorisparmio energetico
    Con questo termine si intendono tutte le iniziative intraprese per ridurre i consumi di energia, sia in termini di energia primaria sia in termini di energia elettrica, adottando stili di vita e modelli di consumo improntati ad un utilizzo più responsabile delle risorse.
    ; eco-efficienza, rinnovabilità dei materiali e del ricicloriciclo
    Operazione grazie alla quale è possibile recuperare un materiale avviandolo a trattamenti specifici per poterlo riutilizzare.
    dei rifiuti; eco-innovazione; servizi ambientali; fonti energetiche rinnovabilifonti energetiche rinnovabili
    Chiamate anche fonti rinnovabili: fonti energetiche rinnovabili non fossili (eolica, solare, geotermica, del moto ondoso, maremotrice, idraulica, biomasse, gas di discarica, gas residuati dai processi di depurazione e biogas). In particolare, per biomasse si intende: la parte biodegradabile dei prodotti, rifiuti e residui provenienti dall’agricoltura (comprendente sostanze vegetali e animali) e dalla silvicoltura e dalle industrie connesse, nonché la parte biodegradabile dei rifiuti industriali e urbani (D.lgs 29 dicembre 2003, n. 387 in attuazione della DIR. 2001/77/CE).
    ; filiere agricole di qualità ecologica; finanza e credito sostenibile per la green economy.

    Nella giornata inaugurale degli Stati Generali della Green Economy, verrà presentato anche il primo Rapporto sulla Green Economy-Italia 2012, realizzato dalla Fondazione per lo Sviluppo SostenibileSviluppo Sostenibile
    Lo sviluppo sostenibile è quel tipo di sviluppo che garantisce i bisogni delle generazioni presenti senza compromettere il futuro delle generazioni a venire. I tre obiettivi dello sviluppo sostenibile sono: prosperità economica, benessere sociale e limitato impatto ambientale. La prima definizione, risalente al 1987, è stata quella contenuta nel rapporto Brundtland, poi ripresa successivamente dalla Commissione mondiale sull’ambiente e lo sviluppo dell’ONU.
    , in collaborazione con l’Enea, in cui attraverso dati, grafici e tabelle, viene fornita una visione panoramica della green economy nazionale.

    Fonte: Min. Ambiente

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *