NewsRinnovabiliSolareStakeholder energiaGse

IMPIANTI FOTOVOLTAICI CHE HANNO COMUNICATO AL GSE LA FINE LAVORI ENTRO IL 31 DICEMBRE 2010 AI SENSI DELLA LEGGE 129/10

    Con la presente nota il GSE intende fornire alcuni utili elementi, così da contribuire al dibattito generatosi successivamente all’Audizione che, come tante altre Istituzioni, associazioni e aziende, ha reso dinanzi alla X^ Commissione del Senato, chiamata ad esprimersi in merito allo schema di Decreto Legislativo di recepimento della Direttiva 28/2009 CE.

    Il GSE sta completando l’analisi delle dichiarazioni asseverate di fine lavori pervenute entro il 31 dicembre 2010, in base a quanto previsto dalla Legge 129/2010.

    L’attività di analisi è ancora in corso in quanto il GSE, per facilitare gli operatori, aveva reso possibile l’invio della documentazione prevista, oltre che attraverso il portale web, anche tramite posta elettronica e posta cartacea.

    Sono pervenute 42.800 istanze tramite il portale, 26.000 mail e 6.500 raccomandate. Dall’analisi svolta è stato riscontrato che gran parte delle mail e delle raccomandate fin qui analizzate si riferisce ad impianti per i quali la comunicazione era stata già inviata tramite portale.

    Ad oggi, rimangono ancora da verificare 3000 comunicazioni pervenute via mail e 1500 raccomandate. La verifica della documentazione inviata con questi ultimi mezzi di comunicazione è ancora in corso giacché l’analisi e la catalogazione del contenuto devono essere fatte manualmente.

    Il numero complessivo, puntualmente scaturito finora dal censimento delle comunicazioni asseverate, è relativo a 54.106 impianti, per una potenzapotenza
    Grandezza data dal rapporto tra il lavoro (sviluppato o assorbito) e il tempo impiegato a compierlo. Indica la rapidità con cui una forza compie lavoro. Nel Sistema Internazionale si misura in watt (W).
    totale dichiarata di 3.771 MW, come si evince dalla tabella allegata che riporta la ripartizione regionale degli impianti per fasce di potenza.

    I dati sopra riportati potranno subire degli incrementi a seguito del completamento delle analisi in corso.

    La stessa Legge 129/2010 prevede che le amministrazioni competenti al rilascio delle autorizzazioni, i gestori di rete e il GSE possano effettuare controlli sugli impianti per accertare l’effettiva conclusione dei lavori e che gli stessi siano stati eseguiti in conformità alle pertinenti normative.

    Il GSE, già a partire da dicembre 2010, sta effettuando verifiche ispettive e ha definito un intenso piano di sopralluoghi.

    Si segnala, infine, che il numero degli impianti connessi alla rete e, quindi, entrati in esercizio al 31 dicembre 2010 (sulla base dei dati pervenuti al 31 gennaio 2011) è pari a 144.800, per una potenza complessiva di 2.903 MW.

    Tali valori sono ancora provvisori in quanto, ai sensi del DM 19 febbraio 2007, gli operatori hanno 60 giorni di tempo, e quindi fino a fine febbraio 2011, per inviare le domande di ammissione agli incentivi relative ad impianti entrati in esercizio a fine 2010.

    Per completezza si allegano le tabelle che fotografano la situazione degli impianti in esercizio dal 2006 al 2010, con la ripartizione regionale per fasce di potenza.

    Impianti che hanno comunicato al GSE la Fine Lavori ai sensi della legge 129/2010

    Impianti in esercizio al 31 dicembre 2010 (valori provvisori)

    Impianti in esercizio a fine anno nel periodo 2006-2009 (valori cumulati)

    Comunicato stampa GSE, 09/02/2011

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button