NewsEnergia & MercatoEnergy StorageRinnovabiliEolicoFotovoltaico

Innovazione: L’energy storage continua la sua crescita

    E’ stata pubblicata l’ottava edizione del Rapporto I-Com sull’innovazione energetica, il quale ha evidenziato come l’innovazione in materia di energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    continui a crescere a ritmi più sostenuti rispetto ad altri settori. I campi in cui gli investimenti si stanno maggiormente concentrando sono l’energy storageenergy storage
    Immagazzinamento dell’energia (o stoccaggio dell’energia), consiste in una serie di tecniche e processi che permettono di concentrare su supporti diversi, differenti forme di energia per essere utilizzate successivamente. Un dispositivo che accumula energia è chiamato talvolta accumulatore. Tutte le forme di energia sono energie potenziali oppure energie cinetiche. I sistemi di stoccaggio in uso commerciale oggi possono essere classificabili in meccanici, elettrici, chimici, biologici, termici e nucleari. Lo stoccaggio di energia, come processo naturale, non è un tecnica o processo di recentissima scoperta. Finora, lo stoccaggio da impianti idroelettrici con pompaggio dell’acqua era sembrata l’unica via percorribile per l’immagazzinamento di grandi quantità di energia, ma gli sviluppi recenti nelle tecnologie degli accumulatori hanno aperto la strada a soluzioni come le batterie ad accumulo che consentono l’integrazione efficiente della energia da fonti rinnovabili generata intermittentemente.

    ed il fotovoltaico, cui seguono l’eolico ed il termodinamico.

    Il campo d’investimento del settore pubblico e dei privati appare quindi molto chiaro; l’energy storage sta diventando un campo di grande importanza anche per la sua applicazione al settore della mobilità; questo campo ha da solo attratto circa il 50% dell’interesse globale, infatti in totale le richieste di brevetto depositate negli uffici competenti sono state più di 7.000. 

    Le nazioni più virtuose, che stanno dedicando importanti investimenti in innovazione, sono gli USA, il Giappone e la Corea del Sud. In campo europeo è la Germania a farla da padrona, grazie agli importanti investimenti nell’eolico e nella cogenerazionecogenerazione
    Processo di produzione congiunta di energia elettrica e calore utile, in cascata, che può essere impiegato per scopi industriali (calore di processo) o per il teleriscaldamento. La cogenerazione comporta un sensibile risparmio di energia primaria rispetto alla produzione separata di elettricità a calore.
    . L’Italia non spicca per innovazione, seppure segnali di crescita si intravedono nel campo dei veicoli ibridi, dell’accumulo e dei veicoli elettrici plug-in. Regioni quali Piemonte, Lombardia ed Emilia-Romagna stanno trascinando il resto della nazione verso orizzonti più virtuosi dal punto di vista dell’innovazione. 

     

    Orizzontenergia

     

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *