NewsAmbienteSostenibilitàStakeholder energiaCnr

ISTI-CNR-CONS.AGROMARINE LANCIANO: Argo Sentinel, un’applicazione per la salvaguardia del mare

    Isti-Cnr e Consorzio Argomarine lanciano un sistema mobile integrato per la segnalazione di sversamenti, che saranno geolocalizzati grazie al Gps. Scaricabile gratuitamente da Google Play, sarà presto disponibile anche per iPhone e iPad

    Da oggi chiunque solchi il mare per lavoro o per passione potrà segnalare la presenza di sversamenti grazie a Argo Sentinel, un’applicazione mobile scaricabile gratuitamente da Google Play, sviluppata dal Laboratorio segnali e immagini (Si-Lab) dell’Istituto di scienza e tecnologie dell’informazione del Consiglio nazionale delle ricerche di Pisa (Isti-Cnr).

    “Grazie a questa tecnologia, chi dovesse avvistare chiazze oleose potrà segnalarlo in modo semplice e immediato con il proprio smartphone al Cnr che contatterà le capitanerie di porto interessate”, spiega Massimo Martinelli dell’Isti-Cnr. “Nell’applicazione l’utenteutente
    Soggetto che consuma elettricità o gas.
    ha a disposizione due pulsanti per segnalare sversamenti di diametro maggiore o inferiore a 20 metri circa e un’area messaggio per descrivere l’avvistamento. Longitudine e latitudine faranno automaticamente parte della segnalazione grazie al Gps”.

    L’applicazione nasce nel contesto del progetto Argomarine, finanziato dall’Unione Europea per la salvaguardia dell’ecosistemaecosistema
    È l’insieme di tutti gli organismi viventi (animali e vegetali) presenti in un determinato ambiente e delle relazioni che intercorrono tra di loro e tra essi e il sistema fisico circostante.
    marino di aree protette, in particolare il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, coordinatore del progetto, e il Parco Nazionale Marittimo di Zakhyntos in Grecia.

    “Le segnalazioni inviate con l’applicazione vengono trasmesse al Marine Information System, il ‘cervello’ della rete Argomarine realizzato dall’Isti-Cnr, in grado di analizzare e integrare con i modelli matematici previsionali dell’evoluzione dell’inquinamento i dati ottenuti da tecnologie varie come satelliti, veicoli autonomi sottomarini, boe attive per il controllo dei parametri meteorologici e del mare, ‘nasi elettronici’, sistemi di identificazione automatica delle navi”, conclude Martinelli. “Le comunicazioni che riceveremo contribuiranno poi a dare vita alla prima mappa della salute del nostro mare generata dai suoi stessi fruitori”.

    Argo Sentinel è scaricabile all’indirizzo http://tinyurl.com/argosentinel-it (in versione inglese http://tinyurl.com/argosentinel), altre informazioni sono inoltre disponibili sui siti www.argomarine.eu/ e argomobile.isti.cnr.it/. L’apporto dei volontari e le fasi del progetto si possono seguire anche tramite i canali Twitter @argomarine_eu @silabcnr e Facebook www.facebook.com/argomarineproject. Sarà resa presto disponibile la versione Ios per iPhone e iPad.

    Fonte: CNR, 07/09/2012

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button