NewsFossiliCarboneGasStakeholder energiaOrizzontenergia.itRegione SardegnaE.on

La centrale termoelettrica a carbone “Fiumesanto” ceduta alla EPH di Praga

    E.ON ha deciso di cedere gli asset di generazione elettrica a carbonecarbone
    Il carbone è una roccia sedimentaria composta prevalentemente da carbonio, idrogeno e ossigeno. La sua origine, risalente a circa 300 milioni di anni fa, deriva dal deposito e dalla stratificazione di vegetali preistorici originariamente accumulatisi nelle paludi. Questo materiale organico nel corso delle ere geologiche ha subito delle trasformazioni chimico-fisiche sotto alte temperature e pressioni. Attraverso il lungo processo di carbonizzazione questo fossile può evolvere dallo stato di torba a quello di antracite, assumendo differenti caratteristiche che ne determinano il campo d’impiego.
    I carboni di formazione relativamente più recente (ovvero di basso rango) sono caratterizzati da un’elevata umidità e da un minore contenuto di carbonio, quindi sono ‘energeticamente’ più poveri, mentre quelli di rango più elevato hanno al contrario umidità minore e maggiore contenuto di carbonio.
    e a gas in Italia al gruppo ceco EPH (Energetickì a Průmyslovì Holding).

    Lo annuncia una nota. Si tratta di una capacità di generazione complessiva pari a circa 4.500 megawatt: circa 600 della centrale elettricacentrale elettrica
    Impianti adibiti alla conversione di risorse energetiche primarie (cioè non trasformate, disponibili già in natura) in energia elettrica. Esse possono essere basate su principi fisici (per esempio negli impianti ad energia rinnovabile che sfruttano il movimento di masse d’acqua, di masse d’aria o la radiazione solare), principi chimici (per esempio negli impianti che bruciano combustibili fossili) o principi nucleari (fissione e fusione nucleare).
    a carbone
    in Sardegna (Fiumesanto), e di circa 3.900 di altre sei centrali a gas lungo la penisola ed in Sicilia.

    La transazione è soggetta all’approvazione della Direzione Antitrust della Commissione Europea, ma si prevede che l’operazione si possa concludere nel secondo trimestre del 2015.

    Il gruppo energetico EPH, con sede a Praga, riferisce che “si è pienamente impegnato per l’ulteriore sviluppo a lungo termine di questi asset, contribuendo così a garantire la sicurezza della fornitura energetica per il Paese“.

    Orizzontenergia.it

           Potrebbe anche interessarti…

    News 

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button