NewsEnergia & MercatoPolitica EnergeticaSostenibilitàSostenibilità EnergeticaStakeholder energiaOrizzontenergia.itUnione Europea

La presidenza della Conferenza Europea dell’Energia al Prof. Basosi

    Ad ulteriore conferma delle elevate competenze italiane nel campo energetico, arriva l’incarico al Prof.Riccardo Basosi, ordinario di Chimica fisica e TermodinamicaTermodinamica
    Parte della fisica che studia le leggi con cui i corpi scambiano (ricevono o cedono) lavoro e calore con l’ambiente che li circonda. In particolare, la termodinamica studia le trasformazioni di calore in lavoro all’interno di macchine termiche.
    applicata all’uso razionale ed efficiente dell’energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    presso l’Università di Siena, di presiedere la prossima Conferenza Europea sull’Energia programmata per il 10 e 11 dicembre 2014 a Roma.

    E’ un evento significativo per il nostro Paese avendo luogo in corrispondenza del semestre di Presidenza italiana del Consiglio dell’Unione Europea.

    La conferenza rappresenta la settima tappa dello Strategic Energy Technology Plan (SET Plan):un incontro plenario che vedrà impegnati centinaia di rappresentanti istituzionali ed addetti ai lavori sia europei che extra-europei sulle strategie energetiche per uno sviluppo sostenibilesviluppo sostenibile
    Lo sviluppo sostenibile è quel tipo di sviluppo che garantisce i bisogni delle generazioni presenti senza compromettere il futuro delle generazioni a venire. I tre obiettivi dello sviluppo sostenibile sono: prosperità economica, benessere sociale e limitato impatto ambientale. La prima definizione, risalente al 1987, è stata quella contenuta nel rapporto Brundtland, poi ripresa successivamente dalla Commissione mondiale sull’ambiente e lo sviluppo dell’ONU.
    .

    Il SET-Plan è stato adottato nel 2008 dall’Unione Europea ed è il principale strumento decisionale per uno sviluppo delle tecnologie energetiche e la promozione della cooperazione fra istituzioni ed imprese in Europa, con il traguardo di: 

    • Accelerare lo sviluppo tecnologico e trasferimento delle relative conoscenze
    • Presidiare la leadership industriale comunitaria nelle tecnologie low-carbon
    • Porre le condizioni per il raggiungimento degli obiettivi al 2020 sui cambiamenti climatici
    • Contribuire al processo di transizione verso una economia a basse emissioni di CO2CO2
      Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell’atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

      al 2050

    Il professor Basosi da luglio 2013 è il rappresentante italiano nel Comitato energia di Horizon 2020, su nomina del Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca. E’ anche delegato del SET Plan, sempre per conto del Miur. All’Università di Siena, dove la sostenibilità è stata scelta come chiave strategica di sviluppo della ricerca e della didattica, Basosi, autore di un’ampia produzione scientifica, è delegato del rettore per l’Energia.

    Orizzontenergia.it

     

                   Potrebbe anche interessarti…

     

     

    Immagini News/Logo Eureka.png

    News 

    News 

    News 

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button