NewsAmbienteMobilitàMobilità SostenibileSostenibilitàStakeholder energiaLegambiente

LEGAMBIENTE: PREMIO DEL PAESAGGIO DEL CONSIGLIO D’EUROPA

    Gli antichi binari ferroviari abbandonati, se restaurati e valorizzati nel rispetto del paesaggio, possono essere un utile supporto al Turismo Sostenibile, alla Mobilità Dolce e alla creazione di nuove opportunità di lavoro legate al recupero e alla salvaguardia del territorio. Con i dovuti investimenti economici e tecnologici, molte di queste tratte potrebbero anche ritrovare la loro funzione originale: essere riattivate e svolgere un ottimo Servizio a Bassa EmissioneEmissione
    Qualsiasi sostanza solida, liquida o gassosa introdotta nell’atmosfera a seguito di processi naturali o antropogenici, che produce direttamente o indirettamente un impatto sull’ambiente.
    di CO2CO2
    Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell’atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

    in territori marginali, raggiungibili solo in automobile”. Così Vittorio Cogliati Dezza, presidente nazionale di Legambiente, sul volume Le ferrovie delle meraviglie: ieri, oggi, domani edito da Ediciclo e curato, in collaborazione con una rete di associazioni tra cui Legambiente, dalla Confederazione per la Mobilità Dolce (CO.MO.DO.) a cui è stata assegnata oggi una delle menzioni speciali del Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa.

    La manifestazione, organizzata dal Ministero per i beni e le attività culturali con la partecipazione del Consiglio d’Europa, è finalizzata alla pubblicizzazione dei risultati della selezione italiana. Tra le  77 proposte pervenute, tutte attestanti azioni positive attuate dalle popolazioni locali in un’ottica di Sviluppo SostenibileSviluppo Sostenibile
    Lo sviluppo sostenibile è quel tipo di sviluppo che garantisce i bisogni delle generazioni presenti senza compromettere il futuro delle generazioni a venire. I tre obiettivi dello sviluppo sostenibile sono: prosperità economica, benessere sociale e limitato impatto ambientale. La prima definizione, risalente al 1987, è stata quella contenuta nel rapporto Brundtland, poi ripresa successivamente dalla Commissione mondiale sull’ambiente e lo sviluppo dell’ONU.
    , la candidatura scelta dal nostro Paese per questa terza edizione del Premio è il progetto di Libera per la rinascita dell’Alto Belice corleonese dal recupero delle terre confiscate alla mafia. Sono stati consegnati inoltre questa mattina le menzioni speciali e i riconoscimenti per progetti di particolare interesse per la qualità delle azioni intraprese.

    La menzione speciale assegnata a questo libro sulle vecchie ferrovie è per noi di particolare importanza – prosegue Cogliati Dezza -. Legambiente ha contribuito alla realizzazione del volume curando diverse tratte di binari dimenticati in Molise, Sicilia, Sardegna e Lazio, perché da tempo sosteniamo una salvaguardia del paesaggio fondata sulla valorizzazione della memoria, delle tradizioni, dei luoghi e della loro bellezza. Siamo convinti che proprio sulla bellezza debbano fare leva le azioni di difesa del paesaggio e di rigenerazione urbana. I 6.000 chilometri di linee ferroviarie dismesse che giacciono abbandonate lungo lo Stivale attraversano molto spesso zone incontaminate e ricche di tesori artistici. E’ bello pensare che – grazie a questo progetto e alle tante piccole realtà che si battono per la salvaguardia di un pezzo di binario in disuso o di una stazione abbandonata emerse e messe in rete con le Giornate nazionali delle ferrovie dimenticate – possa essere avviato un recupero di questo patrimonio storico-infrastrutturale e offerto a pedoni, ciclisti, escursionisti, anziani e disabili un percorso di Mobilità Dolce, al sicuro dal traffico motorizzato”.

    Fonte: Legambiente

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button