NewsAmbienteAcquaGreen EconomyRiciclo & RifiutiStakeholder energiaMise - Min.sviluppo EconomicoRiduci-riusa-riciclaSenatoSalute

Legge contro lo spreco. MiSE: straordinario traguardo contro la povertà

    Approvazione definitiva per il provvedimento anti spreco. Semplificate le procedure di donazione e distribuzionedistribuzione
    Attività di trasporto (di elettricità o di gas) agli utilizzatori finali attraverso le reti di distribuzione.
    delle eccedenze alimentari agli indigenti. Meno tasse alle imprese che regalano cibo o medicinali invece di gettarli

    La Legge approvata il 2 agosto al Senato in via definitiva contro lo spreco alimentare e farmaceutico rappresenta un punto di arrivo straordinario, che fa sue le esperienze nate e maturate sui territori e conferma, con chiarezza, la direzione in fatto di welfare attivo su cui siamo impegnati come Governo e come Parlamento”; così la Viceministro dello Sviluppo Economico Teresa Bellanova commenta l’approvazione in Senato della Legge contro lo spreco alimentare e farmaceutico. 

    Legge contro lo spreco. Uno straordinario traguardo contro la povertàRidurre lo spreco – aggiunge – mettendo in campo contemporaneamente una grande strategia di inclusione sociale e sostegno alle fasce deboli, è un dovere. Per la prima volta nel nostro Paese definiamo termini come spreco e eccedenza alimentare e farmaceutica, e interveniamo per indirizzare la donazione di questo beni. Un tassello fondamentale, all’interno di un sistema strategico di azioni e provvedimenti che hanno al centro le politiche attive di contrasto alla povertà e a favore dell’inclusione sociale”.

    Naturalmente – prosegue Bellanova – perché la Legge possa esplicare pienamente il suo valore, sarà necessario l’apporto di tutti i segmenti e le categorie coinvolte, perché le eccedenze possano essere adeguatamente raccolte e distribuite”. Anche per questo, conclude,  “il provvedimento introduce disposizione di carattere tributario e finanziario in tema di cessione di gratuita delle eccedenze alimentari, dei prodotti farmaceutici a fini di solidarietà sociale, prevedendo la possibilità che le imprese “donatrici” possano beneficiare di riduzioni sulla tariffa rifiuti e altre utenze. Sostenendo e incoraggiando progetti innovativi di ricerca e sviluppo tecnologico, nell’ambito della durata dei prodotti e del loro confezionamento”.

    Fonte: MiSE

     

    Approfondimenti:

    Notizie correlate

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *