NewsFossiliGasRinnovabiliStakeholder energiaEnel

Mediterraneo, un mare di energia

    La crescita della domanda di energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    nei Paesi nordafricani è destinata a fare del Mediterraneo un grande laboratorio di progetti in campo energetico,  con Enel in ottima posizione per cogliere le migliori opportunità 

    Nei prossimi anni si assisterà ad una crescita impetuosa dei consumi energetici sulle sponde del Mediterraneo, in particolare nei Paesi del Nord Africa, dove oggi vivono oltre 170 milioni di persone con modesti consumi pro capite.

    Questo scenario apre prospettive di grande interesse per lo sviluppo delle politiche di cooperazione e presenta straordinarie opportunità per progetti di vasto respiro in campo energetico, incentrati soprattutto sulle tecnologie pulite.

    L’Europa si sta preparando da tempo all’appuntamento, grazie soprattutto a iniziative industriali come, per citare l’esempio più eclatante, la Desertec  Industrial Initiative, la joint-venture europea che annovera Enel Green Power tra i soci fondatori. Obiettivo di questo progetto è la realizzazione di impianti solari ed eolici nei Paesi nord-africani per una potenzapotenza
    Grandezza data dal rapporto tra il lavoro (sviluppato o assorbito) e il tempo impiegato a compierlo. Indica la rapidità con cui una forza compie lavoro. Nel Sistema Internazionale si misura in watt (W).
    complessiva sufficiente a coprire entro il 2050 il 15% della domanda elettricadomanda elettrica
    Quantità di energia elettrica che deve transitare sulla rete calcolata come la somma dei consumi degli utenti e delle perdite sulla rete. È sinonimo di fabbisogno elettrico.
    europea, oltre ad una quota rilevante della domanda elettrica locale.

    Tra i Paesi europei l’Italia occupa, per ragioni geografiche, storiche e logistiche, un ruolo centrale in questa nuova politica energetica. Tra le iniziative già avviate, di particolare rilievo è la costituzione di Res4Med, associazione alla quale partecipano enti istituzionali e di ricerca italiani, oltre a soggetti industriali tra cui Enel Green Power, che ne ha la responsabilità di guida.

    Scopo di Res4Med è la promozione e lo sviluppo delle rinnovabili nell’area del Mediterraneo, creando in tal modo i presupposti affinché l’Italia possa essere protagonista nel futuro energetico dell’area.

    Ma i nuovi progetti nel Mediterraneo non riguardano solo le rinnovabili. Altrettanto importanti, per esempio, sono le attività nel settore cruciale del gas, nel quale Enel sta rafforzando la propria presenza in grandi progetti relativi sia al trasporto (es: il gasdottogasdotto
    Condotta adibita al trasporto di gas (pipelinepipeline
    Condotta adibita al trasporto di gas.
    , in inglese).
    Galsi, dall’Algeria all’Europa via Sardegna) sia alla ricerca e sfruttamento di nuovi giacimenti in Egitto, Cipro e Algeria.

     

    Fonte: ENEL, 31/08/2012

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *