NewsMobilitàMobilità 2.0Mobilità SostenibileRinnovabiliIdrogeno

Mobilità: Coradia iLint, il treno a idrogeno che percorrerà i binari della Germania

    Entro la fine del 2017 ai treni che quotidianamente percorrono i binari della bassa Sassonia (Germania) si aggiungerà anche il Coradia iLint; il treno di lunga percorrenza, sarà alimentato da una combinazione di fuel cell a idrogenoidrogeno
    Primo elemento della tavola periodica, presente sulla Terra in forma combinata, soprattutto nell’acqua e nei composti organici. Esso è costituito da 3 isotopi: prozio (cioè l’idrogeno propriamente detto) per più del 99.9 %, il deuterio e il trizio. La forma molecolare dell’idrogeno (H2) dà origine ad un gas inodore, incolore, altamente infiammabile e molto più leggero dell’aria (ecco perché lo si trova in bassissime concentrazioni in atmosfera).
    ed un sistema di batterie e stoccaggiostoccaggio
    Attività di raccolta e deposito di una determinata risorsa. 
    che ne garantiranno un’ottimale efficienza. 

    Il progetto è stato sviluppato da Alstom; sul tetto del treno sarà posizionato un serbatoio che garantirà un’autonomia di circa 700 km per una velocità massima di 140 km/h. I rifornimenti del serbatoio avverranno in appositi punti dedicati lungo gli snodi ferroviari.

    Il cuore del sistema è la fuel cell alimentata ad idrogeno; la cella fornisce energia elettricaenergia elettrica
    Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all’energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
    mediante il mix di idrogeno (contenuto nei serbatoi) e di ossigeno, mentre lo scaricoscarico
    Qualsiasi immissione di acque reflue in acque superficiali, sul suolo, nel sottosuolo e in rete fognaria, indipendentemente dalla loro natura inquinante, anche sottoposte a preventivo trattamento di depurazione. Sono esclusi i rilasci di acque previsti all’art. 114 (rilasci da diga).
    è costituito da acqua di condensa e da vapore acqueo. L’efficienza del treno è garantita anche dallo stoccaggio dell’energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    in batterie agli ioni litio
    che accumulano energia dalla fuel cell, quando la trazione non la richiede, o dall’energia cineticaenergia cinetica
    Energia di movimento, ovvero l’energia che un corpo possiede in virtù del fatto che si sta muovendo. La massa d’acqua di una cascata possiede energia cinetica, per esempio. Un corpo di massa M, infatti, muovendosi a velocità V, ha in sé la capacità di compiere un lavoro, ovvero di ‘far muovere’ qualcos’altro mentre cade o si muove. L’energia cinetica è data dall’espressione: Ec=1/2 x M x V2.
    generata dalla frenata elettrica del treno. L’energia immagazzinata supporta quella richiesta per la fase di accelerazione di Coradia iLint. 

     

    Orizzontenergia

     

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button