NewsAuto ElettricaMobilità Sostenibile

Mobilità elettrica: Quanto si risparmia con un’assicurazione per le auto elettriche

Acquistare un'auto elettrica consente un consistente risparmio sull'assicurazione

    Assicurare un’auto elettrica è più conveniente rispetto ad un’auto tradizionale

    Rischio inferiore di sinistri, premio assicurativo ed esenzione bollo auto gli elementi principali che rendono più conveniente l’assicurazione di un’auto elettrica

     

    In Italia il mercato delle auto elettriche stenta a decollare, nonostante a livello europeo l’intero settore sia in crescita trainato in particolar modo dai paesi nord-europei. La Norvegia è il paese che possiede la maggior quota di mercato dei veicoli elettrici con il 53%, mentre l’Olanda ha la miglior struttura di infrastrutture di ricarica con circa 5 stazioni di ricarica per 1000 abitanti. In Italia l’infrastruttura di ricarica è ancora poco sviluppata, con una presenza a macchia di leopardo sull’intero territorio; regioni come Emilia-Romagna, Piemonte e Marche stanno provando a dare un impulso al mercato ed infatti sono le aree con la maggior presenza di veicoli elettrici. Al Sud invece, ed in aree del Centro Italia, la situazione è ancora ferma ad una fase prettamente embrionale senza una vera strategia di lungo periodo. In favore dello sviluppo del mercato della mobilità elettrica in Italia potrebbe agire il PNIEC (Proposta del Piano Nazionale Integrato per l’Energia ed il Clima per il 2021-2030) che per il 2030 prevede circa 6 milioni di veicoli elettrici circolanti in Italia.

    In generale nel nostro paese si sente la mancanza di una vera e propria cultura della mobilità sostenibile, facendo risultare lungo e tortuoso il cammino verso un cambio di paradigma che possa consentire la sostituzione nel tempo di auto a motore termico con auto a motore elettrico. Oltre ad un vantaggio comune, come il miglioramento della qualità dell’aria, l’acquisto di un’auto elettrica può consentire di risparmiare su diverse componenti, rispetto all’acquisto di un’auto tradizionale. Il costo dell’assicurazione auto è sicuramente uno degli elementi principali in cui si evidenzia la differenza, almeno per i costi di gestione, tra un’auto elettrica ed un’auto tradizionale.

    Generalmente l’assicurazione da sottoscrivere per un’auto elettrica comporta una quota di risparmio pari a 100-150 euro all’anno, con un tasso di risparmio pari al 30%-50% rapportato alle spese per l’assicurazione di un’auto tradizionale. I prezzi e tariffe che generalmente risultano più vantaggiosi sono dovuti a due elementi in particolare, ovvero la tecnologia del motore e l’autonomia del veicolo.

    • Un motore termico, alimentato a benzina/gasolio/metano/gpl, è maggiormente soggetto a rischi di sinistri maggiore, a causa dell’alta infiammabilità del combustibile utilizzato. Le auto elettriche invece eliminano quasi del tutto questa spiacevole probabilità: non utilizzando infatti nessun carburante infiammabile ma solo energia elettrica, stoccata all’interno della batteria (ricaricata a colonnine di ricarica pubbliche o private, il rischio di sinistri si presenta nettamente inferiore;
    • Il rischio di sinistri viene ancor più ridotto in base all’autonomia del veicolo. L’autonomia di un’auto con motore termico è più alta consentendo una maggiore percorrenza di km e di conseguenza si può incorrere in un numero maggiore di sinistri. Al contrario invece un’auto elettrica avendo una minore autonomia (in base all’autonomia della batteria), riduce la possibilità di poter incorrere in sinistri. Di conseguenza il premio assicurativo per un’auto elettrica sarà sicuramente inferiore a quello per un’auto a motore termico.

    Oltre ai vantaggi appena descritti le compagnie d’assicurazione offrono una serie di proposte per assicurare un’auto elettrica; in un mercato concorrenziale come quello delle compagnie assicurative ci si attende che, insieme allo sviluppo del mercato delle auto elettriche, migliorino anche le offerte per gli automobilisti. Possiamo quindi considerare questo comparto assicurativo come un elemento in continuo divenire basato proprio sui prossimi tassi d’immatricolazione delle auto elettriche. Un vantaggio che le assicurazioni offrono è l’esenzione del bollo auto; infatti per i primi 5 anni, successivi all’immatricolazione del veicolo elettrico, non bisogna effettuare alcun pagamento del bollo, mentre dal 6° anno in poi bisognerà pagare il bollo in misura pari al 75%. Questa pratica non è comunque vincolante per tutte le regioni italiane, infatti alcune hanno disposto in un’ottica incentivante di eliminare completamente ed in misura permanente il pagamento del bollo.

    Volendo fare un confronto pratico tra l’assicurazione per i due tipi di auto, elettrica e tradizionale, possiamo prendere in esame due modelli appartenenti alla Peugeot: la 107 a benzina e la iOn elettrica. I due modelli presentano sostanzialmente le medesime caratteristiche, la differenza principale è appunto relativa alla tecnologia del motore. Il modello elettrico comporta un premio assicurativo medio che presenta una differenza rispetto alla 107 a benzina, compreso tra i 100 ed i 300 euro. Inoltre l’assicurazione di un’auto elettrica comporta anche importanti garanzie incluse nel prezzo come la “carta verde” e l’”assistenza stradale”.

    In generale, riassumendo quando descritto, possiamo constatare che i vantaggi di sottoscrivere un’assicurazione per un’auto elettrica sono:

    • Rischio di sinistri inferiore;
    • Esenzione bollo per i primi 5 anni;
    • Premio assicurativo inferiore;
    • Garanzie nel prezzo maggiori (ad es: carta verde, assistenza stradale), in base alla compagnia assicurativa.
    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *