NewsEnergia & MercatoEnergy StorageMobilitàMobilità 2.0Auto ElettricaStakeholder energiaOrizzontenergia.it

Mobilità: Le batterie delle auto elettriche hanno due vite

    In una fase storica in cui il tema della sostenibilità ambientale e del riutilizzoriutilizzo
    Qualsiasi operazione nella quale il materiale, concepito e progettato per poter compiere, durante il suo ciclo di vita, un numero minimo di spostamenti o rotazioni è riusato di nuovo o reimpiegato per un uso identico a quello per il quale è stato concepito.
    dei prodotti, per impattare meno sull’ambiente, giocano un ruolo molto importante nelle politiche di produzione delle aziende automobilistiche, meritano una segnalazione le attività che BMW, Renault, Nissan e Smart stanno implementando. Le batterie esauste delle auto elettriche infatti non sono da smaltire, anzi trovano una loro naturale collocazione nello storage domestico, ed in questo modo le celle vedono prolungato il proprio ciclo di vita di almeno 15 anni.

    In pratica una volta ritenuta esausta la batteria dell’auto elettrica, può essere riutilizzata in ambito domestico per l’accumulo di energia elettricaenergia elettrica
    Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all’energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
    : nei momenti in cui il fabbisogno energetico è basso, le batterie accumulano energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    , da utilizzare quando invece il fabbisogno energetico è alto anzichè attingere elettricità direttamente dalla rete. Batteria di Nissan Leaf

    Fig: Batteria rigenerata di Nissan Leaf riutilizzata per storage domestico

    Il riutilizzo delle batterie consente una notevole riduzione dell’impatto ambientaleimpatto ambientale
    L’insieme degli effetti (diretti e indiretti, nel breve o nel lungo termine, positivi o negativi, ecc..) che l’avvio di una determinata attività ha sull’ambiente naturale circostante.
    , e nonostante il loro precedente utilizzo a bordo delle autovetture mantengono l’80% della propria capacità residua, una percentuale ideale per i sistemi di accumulo domestico. Inoltre con questa procedura, rigenerare le vecchie batterie delle auto elettriche consente un risparmio di circa il 30% rispetto all’acquisto di un nuovo accumulatore domestico. 

     

    Orizzontenergia

     

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *