NewsMobilità SostenibileNews: Mobilità sostenibile

Mobilità sostenibile: Milano sbarra la strada ai veicoli più inquinanti

L'Area B entrerà in vigore il prossimo 25 Febbraio e sarà la Ztl più grande d'Italia

    Il piano di Milano per ridurre l’inquinamento atmosferico

    Il provvedimento vieterà progressivamente, entro il 2030, l’accesso all’Area B per tutti i veicoli alimentati a diesel

     

    A partire dal prossimo 25 Febbraio a Milano entrerà ufficialmente in vigore l’Area B, area il cui accesso sarà vietato ai veicoli più inquinanti; quest’area sarà delimitata da 186 punti d’accesso e diventerà la più grande zona a traffico limitato d’Italia. Al suo interno non potranno transitare i veicoli benzina euro 0 e diesel euro 0, 1, 2, 3 ed entro il 2030, in maniera progressiva, sarà vietato l’ingresso a tutti i veicoli diesel.

    Il provvedimento è stato adottato per diminuire i livelli di inquinamento atmosferico e per snellire il traffico pesante dai vari quartieri del capoluogo lombardo. Lo scorso Novembre le concentrazioni nell’aria di PM 10 hanno superato i 91 µg/m³ (circa il doppio del limite annuo di legge), ed i 41µg/m³ di PM2,5 (quattro volte maggiore al limite che l’Oms ha stabilito). Con l’entrata in vigore dell’Area B, nel periodo 2019-2026, verranno ridotte le emissioni inquinanti derivanti dal traffico automobilistico di circa 25 tonnellate di Pm10 e di 1.500 tonnellate di ossido d’azoto. Nei primi 4 anni dall’entrata in vigore dell’Area B le emissioni di Pm10 saranno ridotte della metà circa, ovvero 15 tonnellate; anche i NOx si ridurranno, le stime indicano 4-5% di riduzione nel periodo 2019-2022.

    L’amministrazione comunale ha previsto una serie di incentivi per stimolare i cittadini, con reddito basso, a rottamare i veicoli inquinanti di proprietà con auto ibride, elettrice, a benzina, metano o Gpl. Gli incentivi saranno per i cittadini con reddito Isee al di sotto di 14.000 euro residenti a Milano. L’accesso all’incentivo sarà anche aperto per sostituire il proprio veicolo inquinante con uno scooter elettrico, una cargo bike (si può anche scegliere il modello a pedalata assistita o elettrica).

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *