NewsRinnovabiliIdrogenoStakeholder energiaOrizzontenergia.it

NASCE IL PRIMO VELIERO CON MOTORE A IDROGENO, ALIMENTATO ANCHE DA PANNELLI SOLARI

    Nessuna emissioneemissione
    Qualsiasi sostanza solida, liquida o gassosa introdotta nell’atmosfera a seguito di processi naturali o antropogenici, che produce direttamente o indirettamente un impatto sull’ambiente.
    di CO2CO2
    Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell’atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

    per il primo prototipo di barca a vela a idrogenoidrogeno
    Primo elemento della tavola periodica, presente sulla Terra in forma combinata, soprattutto nell’acqua e nei composti organici. Esso è costituito da 3 isotopi: prozio (cioè l’idrogeno propriamente detto) per più del 99.9 %, il deuterio e il trizio. La forma molecolare dell’idrogeno (H2) dà origine ad un gas inodore, incolore, altamente infiammabile e molto più leggero dell’aria (ecco perché lo si trova in bassissime concentrazioni in atmosfera).
    presentata nel porto di Rosignano – Livorno, durante lo scorso weekend.

    Un veliero a motore che non produce inquinamento né in condizioni di assenza di vento né durante le operazioni di porto. Per muoversi infatti, quando le vele non sono utilizzabili, il prototipo di 12 metri, sfrutta un motore che funziona ad idrogeno denominato ‘sistema ibrido con cella a combustibile-batterie’ nel quale l’idrogeno combinato all’ossigeno dell’aria, dentro a una ‘pila a combustionecombustione
    Processo chimico esotermico (ovvero che comporta sviluppo di calore) in cui il combustibile si combina con l’ossigeno presente nell’aria oppure appositamente separato (comburente). La reazione di combustione avviene previo innesco localizzato (accensione).
    ‘, produce elettricità senza alcuna emissione tossica; anzi il suo unico residuo è acqua pura.

    L’energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    per le apparecchiature elettriche di bordoè invece assicurata da pannelli fotovoltaici.

    Il progetto da oltre 2 milioni di euro, ideato da Pierre Kermen, ingegnere dell’università di Grenoble si è sviluppato grazie alla collaborazione tra l’università ‘Fourier’ di Grenoble, il Commissariato francese delle energie alternative ed il cantiere navale Fora Marine di La Rochelle ed ha successivamente coinvolto per la realizzazione la Solvicore, specializzata nella ricerca e produzione di assemblaggi di membrane ed elettrodi, presenti nelle pile a combustibile impiegate per l’eco-veliero.

     

    Orizzontenergia.com, 29/08/2011

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button