NewsNucleare

Nucleare: Centrali in crisi per il troppo caldo

Le centrali nucleari, specialmente in Europa, sono state messe in crisi dalle ondate di caldo che si sono verificate nell'ultimo mese e mezzo.

    A partire dal mese di Giugno a livello globale sono state registrate ondate di caldo record che hanno avuto ripercussioni sul sistema energetico; le centrali nucleari ne hanno fatto le spese. Ad esempio EDF, l’azienda che gestisce la rete nucleare in Francia, è stata costretta allo spegnimento di quattro reattori nella regione di Bugey, accompagnata dalla centrale di Civaux spenta a causa del fiume Vienne, da cui viene prelevata l’acqua di raffreddamento, che ha registrato i livelli minimi di piena. Anche negli USA nell’ultimo periodo il funzionamento delle centrali nucleari è stato messo in crisi a causa del clima torrido.

    L’afa che a fine Giugno ed inizio Luglio ha colpito l’Europa ha riscaldato a tal punto i bacini idrici, tanto da farli risultare non efficaci per l’alimentazione dei processi di generazione energetica nucleare. In diverse zone europee inoltre è stato considerato il rischio di siccità, di conseguenza le amministrazioni hanno dato prevalenza ai consumi domestici ed agricoli ed i prelievi alle centrali energetiche ne hanno risentito negativamente.

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button