NewsNucleareStakeholder energiaOrizzontenergia.it

Nucleare – La svolta del Giappone: il premier Naoto Kan auspica un “futuro senza nucleare”

    Il primo ministro giapponese Naoto Kan ha dichiarato durante una conferenza stampa tenutasi i giorni scorsi che il Paese, in seguito al grave disastro di Fukushima, punta a ridurre la propria dipendenza del nuclearenucleare
    Forma di energia derivante dai processi che coinvolgono i nuclei atomici (fissione e fusione).
    “non si può più sostenere che la politica condottacondotta
    Rete di tubazioni adibite al trasporto di combustibili (gas e petrolio) dai luoghi di produzione ai luoghi di stoccaggio, di imbarco, di trattamento e di consumo.
    fino ad oggi garantisca la sicurezza dello sfruttamento dell’energia nucleareenergia nucleare
    Energia derivante dalle trasformazioni che coinvolgono i nuclei atomici (fissione o fusione). Attualmente la produzione di energia elettrica con il nucleare si basa sulla fissione, dal momento che i processi di fusione nucleare sono ancora in fase di studio e ricerca. Il combustibile impiegato è l’uraniouranio
    Elemento metallico radioattivo che si trova sottoforma di ossidi o sali nelle rocce, nel suolo, nell’aria e nell’acqua. L’uranio, così come si trova in natura, è costituito da tre isotopi: l’uranio 238 (per il 99.9 %), l’uranio 235 (l’uranio fissile impiegato come combustibile nelle centrali nucleari) e l’uranio 234, in piccolissime tracce.
     235, contenuto in piccola concentrazione nell’uranio naturale. Nelle centrali di questo tipo l’enorme quantitativo di energia che si libera dalle reazioni nucleari viene ceduto a un fluido che a sua volta la cede all’acqua che poi percorre un ciclo di potenza uguale a quello delle centrali a vapore convenzionali.
    . Dobbiamo concepire una società che possa farne a meno”.”Ci potrebbero volere cinque, dieci anni o anche più per il definitivo smantellamento dei reattori della centrale”.

    Secondo il capo del governo è necessaria infatti una riduzione progressiva della quota nucleare a favore delle energie rinnovabilienergie rinnovabili
    Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell’uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili:
    – il sole
    – il vento
    – l’acqua
    – la geotermia
    – le biomasse
    che conduca il Paese ad una svolta definitiva ed all’abbandono completo del nucleare.

    Al momento, il Giappone conta 54 reattori, di cui solo 19 funzionanti. Fermi gli altri, o per manutenzione oppure a causa del terremoto. Si tratta di un blocco che consente comunque di coprire il fabbisogno energetico del Paese, assicura Naoto Kan, aggiungendo che prima di procedere al riavvio dei 35 reattori fermi, questi verranno sottoposti a rigorosi test di resistenza ad eventi catastrofici naturali.

     

    Orizzontenergia.com, 18/07/2011

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button