NewsAmbienteFossiliTecnologie TermoelettricheStakeholder energiaTerna

OPERATORI DI RETE E ORGANIZZAZIONI AMBIENTALI ‘FANNO SQUADRA’ PER PROMUOVERE LA MODERNIZZAZIONE SOSTENIBILE DELLE RETI ELETTRICHE

    Bruxelles – Lo sblocco del pieno potenziale delle energie rinnovabilienergie rinnovabili
    Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell’uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili:
    – il sole
    – il vento
    – l’acqua
    – la geotermia
    – le biomasse
    in Europa
    attraverso la modernizzazione e l’espansione delle sue reti elettriche deve andare di pari passo con l’attività di tutela della natura, questo è quanto affermato dall’Associazione formata dai maggiori operatori di rete europei e dalle organizzazioni ambientali. La ‘Dichiarazione delle Reti Europee sullo Sviluppo delle Reti elettriche e la conservazione della natura in Europa’ è stata consegnata al Commissario Europeo per l’energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    , Günther H. Oettinger, nel corso della Conferenza delle reti europee (European Grid Conference) di Bruxelles.

    Nel mese di ottobre, la Commissione Europea ha proposto un disegno di legge in base al quale si snelliscono le procedure per la realizzazione e il finanziamento degli elettrodotti che attraversano vari paesi, essenziali per rendere più ecologico il sistema elettrico europeo. Gli operatori di rete ele organizzazioni della società civile sostengono l’ambiziosa idea europea nel promuovere un’elettricità sostenibile e tagliare le emissioni di anidride carbonica.

    La dichiarazione congiunta si pone l’obiettivo di rafforzare la coalizione degli stakeholder che sostengono l’espansione delle reti elettriche con l’integrazione delle rinnovabili e di sensibilizzare l’opinione pubblica su tale argomento. Inoltre, apre la strada alla cooperazione su progetti pilota specifici per sviluppare le best practice e migliorare la realizzazione dello sviluppo delle reti in linea con gli obiettivi di conservazione della natura oltre a favorirne la trasparenza e l’accettazione pubblica.

    Gli operatori di rete si impegnano a contribuire al raggiungimento degli obiettivi europei di tutela della natura, garantendo, ad esempio, che vengano ridotti al minimo i rischi di impatto degli elettrodotti per l’avifauna. Nel contempo, le ONG sostengono che lo sviluppo fondamentale delle reti debba integrarsi con le fonti rinnovabilifonti rinnovabili
    Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell’uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili:
    – il sole
    – il vento
    – l’acqua
    – la geotermia
    – le biomasse
    .

    Il Direttore esecutivo di Renewables-Grid-Initiative, Antonella Battaglini ha affermato: «Questa dichiarazione dimostra che gli impegni dell’Europa nei confronti dell’energia e dell’ambiente non devono necessariamente essere in conflitto: possiamo costruire rapidamente le reti per le rinnovabili e allo stesso tempo tutelare la natura. Abbiamo bisogno di nuove alleanze trasversali nella società per affrontare le sfide e trovare soluzioni accettabili. Invitiamo la Commissione ad utilizzare questa dichiarazione come primo ‘mattone’ per la costruzione di linee guida europee sull’espansione delle reti e la tutela della natura.»

    «Per Terna la firma di questi accordi è un’occasione per valorizzare la nostra esperienza nello sviluppo sostenibilesviluppo sostenibile
    Lo sviluppo sostenibile è quel tipo di sviluppo che garantisce i bisogni delle generazioni presenti senza compromettere il futuro delle generazioni a venire. I tre obiettivi dello sviluppo sostenibile sono: prosperità economica, benessere sociale e limitato impatto ambientale. La prima definizione, risalente al 1987, è stata quella contenuta nel rapporto Brundtland, poi ripresa successivamente dalla Commissione mondiale sull’ambiente e lo sviluppo dell’ONU.
    della Rete elettricaRete elettrica
    Insieme delle linee elettriche, delle stazioni elettriche e delle cabine elettriche adibite alle operazioni di trasmissione e distribuzione dell’elettricità. La rete elettrica può essere ad alta tensione (da 40 a 380 kV), a media tensione (da 1 a 30 kV) o bassa tensione (380 V).
    di TrasmissioneTrasmissione
    Attività di trasporto dell’elettricità sulla rete a partire dai centri di produzione sino ai centri di utilizzo. Il maggiore proprietario della rete di trasmissione nazionale dell’energia elettrica ad alta tensione è Terna.
    Nazionale, ha dichiarato l’Amministratore Delegato Flavio Cattaneo. Esprimiamo soddisfazione per l’avvio di un progetto di rilevanza europea che ci vedrà impegnati nei prossimi anni in vista della creazione di una Super Grid dell’energia elettricaenergia elettrica
    Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all’energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
    ”.

     

    Fonte: Terna, 14/11/2011

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button