NewsEnergia & MercatoPolitica EnergeticaStakeholder energiaUnione EuropeaElettricità

Osservatorio: UE inaugura Gruppo di coordinamento per l’energia elettrica

    Le questioni relative alla fornitura di energia elettricaenergia elettrica
    Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all’energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
    e alla sicurezza dell’approvvigionamentoapprovvigionamento
    Insieme di attività finalizzate al reperimento dei quantitativi materie prime necessarie allo svolgimento delle attività economico-produttive di un Paese consumatore.
    sono materia d’oggetto del Gruppo di coordinamento per l’energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    elettrica
    , l’organismo collegiale appena istituito dalla Commissione UE. Il Gruppo ha l’obiettivo di tutelare e favorire l’integrazione del mercato energetico comunitario e promuoverà iniziative legate al risparmio energeticorisparmio energetico
    Con questo termine si intendono tutte le iniziative intraprese per ridurre i consumi di energia, sia in termini di energia primaria sia in termini di energia elettrica, adottando stili di vita e modelli di consumo improntati ad un utilizzo più responsabile delle risorse.
    , all’efficienza energeticaefficienza energetica
    Con questi termini si intendono i miglioramenti che si possono apportare alla tecnologia per produrre gli stessi beni e servizi utilizzando meno energia, con conseguente riduzione dell’ impatto ambientale e dei costi associati.
    , allo sviluppo delle fonti di energiafonti di energia
    Sorgenti di energia o sostanze dalle quali può essere prodotta energia utile direttamente o dopo trasformazione. Le fonti di energia possono essere classificate in diversi modi a seconda del contesto di riferimento: risorse esauribili (principalmente petrolio, gas naturale, carbone, legna); risorse rinnovabili (tutte quelle derivanti direttamente o indirettamente dall’energia solare, dal calore endogeno terrestre e dalle maree); risorse primarie (utilizzabili direttamente come si trovano in natura: petrolio, carbone, gas naturale, legna); risorse secondarie (in cui l’energia deriva dalla trasformazione dell’energia primaria in altra forma di energia, ad esempio idroelettrico, energia elettronucleare eccetera); risorse commerciali ( ovvero soggette a transazioni commerciali e quindi facilmente quantificabili, derivanti da quattro tipi principali di fonti: carbone, petrolio, gas naturale, elettricità primaria); risorse non commerciali (non soggette a transazioni commerciali: ad esempio residui di coltivazioni, legna di sottobosco eccetera nei Paesi in via di sviluppo; sebbene assenti dal commercio internazionale in alcuni Paesi rivestono grande importanza); risorse tradizionali (derivanti da prodotti vegetali o animali: legna, carbone di legna, torba, sterco essiccato).
    rinnovabile (come, ad esempio, l’eolico e il solare).

    Come illustrato dalla Commissione UE, il Gruppo opererà per facilitare lo scambioscambio
    Scambio tra energia elettrica immessa ed energia elettrica prelevata, nel caso in cui l’immissione e il prelievo avvengono in momenti differenti.
    di informazioni e la cooperazione sulla sicurezza dell’approvvigionamento elettrico, un tema di prioritaria importanza se si considerano i frequenti attriti di natura politica fra l’Est e l’Ovest dell’Europa, con ricadute sulla fornitura di luce e gas.

    A questo proposito, l’organismo comunitario si occuperà anche della prevenzione di tali eventi, e della messa a punto di strategie di intervento rapido qualora si verifichino emergenze all’interno dell’UE o con Paesi terzi.

    I tecnici del Gruppo studieranno inoltre le best practices già in atto nell’Unione, al fine di estenderle a tutti i Paesi membri. Molta attenzione sarà posta, infine, alla ricerca e allo sviluppo di soluzioni energetiche sostenibili, che sappiano bilanciare le esigenze di rispetto ambientale con la solidità richiesta da una rete di distribuzionedistribuzione
    Attività di trasporto (di elettricità o di gas) agli utilizzatori finali attraverso le reti di distribuzione.
    complessa come quella che attraversa tutte le frontiere europee.

    Nel Gruppo siederanno anche i rappresentati delle Autorità degli Stati membri e, in particolare, i Ministeri competenti per l’energia, le Autorità nazionali di regolamentazione dell’energia, l’Agenzia per la cooperazione fra regolatori nazionali dell’energia e la Regst (Rete europea di gestori dei sistemi di trasmissionetrasmissione
    Attività di trasporto dell’elettricità sulla rete a partire dai centri di produzione sino ai centri di utilizzo. Il maggiore proprietario della rete di trasmissione nazionale dell’energia elettrica ad alta tensione è Terna.
    dell’energia elettrica).

    Fonte: Help Consumatori

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button