NewsPetrolio

Petrolio: Avviata la produzione anticipata dell’Area 1 di Eni in Messico

Eni ha dato avvio alla fase di produzione anticipata del campo di Miztòn nell'Area 1. Le stime indicano che possa contenere oltre 2 mld di barili di petrolio equivalente.

    E’ stata avviata da Eni, la produzione anticipata del campo di Miztòn, nell’Area 1 sita nella baia di Campeche (Messico); si tratta del primo step per lo sviluppo dell’Area 1 che potrebbe contenere circa 2,1 mld di barili di petrolio equivalente in posto (circa il 90% olio) nei giacimenti di Amoca, Miztòn e Tecoalli. L’Area 1 è stata acquistata da Eni nel Settembre 2015.

    Fig. 1: L’Area 1 si trova in basso a sinistra nell’immagine e comprende Amoca, Miztòn e Tecoalli.

    La piattaforma di Miztòn è stata installata a 34 metri di profondità, e la sua produzione viene inviata servendosi di una linea multifase collegata con l’impianto di separazione a terra (ORF, Onshore Receiving Facility); quest’ultimo è stato costruito da Eni a Sanchez Magallanes, nello stato di Tabasco. Una volta che la produzione viene sottoposta a separazione, viene inviata all’impianto Pemex sito a San Ramòn per un ulteriore trattamento.

    La produzione è iniziata dal pozzo Miztòn 2, il quale ha registrato un ottimo indice di produttività; questa fase di produzione anticipata si stima che possa raggiungere fino a 15.000 barili di petrolio giornalieri. La fase di intera produzione inizierà invece nel 2021, una volta che una struttura galleggiante di produzione, stoccaggio e scarico raggiungerà un plateau di 100.000 barili di petrolio equivalente al giorno.

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button