ApprofondimentiFossiliEfficienza & RisparmioStakeholder EnergiaEnergia & MercatoRinnovabiliApprofondimenti: Biomassa

Poligenerazione a Biomasse in Utenze Ospedaliere

    Autori: AA.VV. – Franco Cotana, Presidente Centro di Ricerca sulle Biomasse – Università di Perugia

    IN SINTESI: Nel presente lavoro sono proposte due differenti soluzioni impiantistiche in cui le centrali termiche di CogenerazioneCogenerazione
    Processo di produzione congiunta di energia elettrica e calore utile, in cascata, che può essere impiegato per scopi industriali (calore di processo) o per il teleriscaldamento. La cogenerazione comporta un sensibile risparmio di energia primaria rispetto alla produzione separata di elettricità a calore.
    (un impianto ORC ed un motore Diesel a combustionecombustione
    Processo chimico esotermico (ovvero che comporta sviluppo di calore) in cui il combustibile si combina con l’ossigeno presente nell’aria oppure appositamente separato (comburente). La reazione di combustione avviene previo innesco localizzato (accensione).
    interna) producono Energia ElettricaEnergia Elettrica
    Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all’energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
    ed Energia TermicaEnergia Termica
    Calore.
    ; il fluido termovettorefluido termovettore
    Fluido che percorre un determinato ciclo termodinamico dando luogo a processi di scambio termico con gli altri fluidi con cui viene in contatto.
    è impiegato per il Riscaldamento ed il Raffrescamento ambientale, il riscaldamento di acqua sanitaria e la produzione di vapore.
    Le Centrali Poligenerative costituiscono una valida scelta nei casi in cui la richiesta di energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    elettrica sia accompagnata da elevati fabbisogni termici, come nel caso di utenze ospedaliere le quali richiedono energia termica per il riscaldamento ed il raffrescamento ambientale, la produzione di acqua calda sanitaria e di vapore; l’installazione di centrali di poligenerazione alimentate a BiomassaBiomassa
    In generale si identifica con biomassa tutto ciò che ha matrice organica ad eccezione delle plastiche e dei materiali fossili. Come indicato nel decreto legislativo del 29 Dicembre 2003 n. 387, per biomassa si intende ” la parte biodegradabile dei prodotti, rifiuti e residui provenienti dall’agricoltura (comprendente sostanze vegetali e animali) e dalla silvicoltura e dalle industrie connesse, nonchè la parte biodegradabile dei rifiuti industriali e urbani “. Ciò che accomuna le diverse tipologie di biomassa è la presenza di carbonio che mette a disposizione un elevato potere calorifico eventualmente sfruttabile per fini energetici.
    consente inoltre di perseguire obiettivi di Sostenibilità Ambientale.

    Leggi il documento

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button