NewsAmbienteStakeholder energiaMattm - Min.ambiente

PRESTIGIACOMO: APPELLO DEL PAPA DA CONDIVIDERE FINO IN FONDO

    «Ci richiama alla responsabilità delle nostre scelte energetiche»

     

    L’appello del Papa a “sostenere la ricerca e lo sfruttamento di energie pulite in grado di salvaguardare il patrimonio del creato ed essere senza pericolo per l’uomo” è da condividere fino in fondo e da tradurre in pratica per chi ha ruoli politici. All’indomani dell’incidente di Fukushima, mentre il mondo si interroga sulle strategie energetiche, l’invito che giunge dalla Guida del Cattolicesimo deve essere assunto come uno stimolo ad un impegno sempre maggiore a ricercare soluzioni sostenibili per l’ambiente e in grado di fornire alle comunità l’energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    di cui hanno bisogno per il proprio sviluppo. Per noi italiani, rinviata la riflessione sull’opzione nuclearenucleare
    Forma di energia derivante dai processi che coinvolgono i nuclei atomici (fissione e fusione).
    e nonostante un eccezionale impegno sulle rinnovabili, il rischio di dover utilizzare in maggior misura i combustibili fossili inquinanti nel prossimo futuro è purtroppo reale. Il Santo Padre ci richiama alla responsabilità delle nostre scelte e ci chiede un maggiore impegno per fare le scelte migliori per la collettività. E’ un impegno di cui avvertiamo fino in fondo l’onere ed è importante sapere che il Papa è attento e sensibile a questi temi e ci aiuta con i suoi moniti ad affrontare i problemi con una visione alta e completa della condizione umana.

     

    Fonte: Ministero dell’Ambiente, 10/06/2011

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *