NewsRinnovabiliFotovoltaicoSolare

Progetto di impianto fotovoltaico di Piandarca (Comune di Cannara): Auspica un “ripensamento significativo dell’opera” il Sindaco di Assisi, Claudio Ricci

    Il Sindaco di Assisi Claudio Ricci, anche nella qualità di Presidente delle Città e dei Siti italiani Patrimonio Mondiale UNESCO, dopo aver acquisito informazioni sul Progetto di impianto fotovoltaicoimpianto fotovoltaico
    Impianto per la produzione di elettricità che sfrutta l’energia del sole grazie ai pannelli fotovoltaici, generalmente di silicio. All’interno del pannello si genera un circuito elettrico in corrente continua, dovuta all’effetto fotovoltaico, secondo cui quando i fotoni (che costituiscono la radiazione solare) raggiungono una cella FV vanno ad eccitare alcuni elettroni del materiale di cui è costituita la cella. Tali elettroni, trovandosi ad un livello energetico superiore, “sfuggono” dalla loro posizione originaria e creano una corrente.
    di Piandarca (Comune di Cannara), auspica, pur nel rispetto delle scelte amministrative di un altro Comune, un “ripensamento significativo dell’opera”.
    Il progetto prevede l’installazione di pannelli fotovoltaici in oltre 2 ettari di terreno, e andrebbe ad interferire “in modo molto incisivo” in un’area che, storicamente e tradizionalmente, è legata all’episodio della “Predica gli Uccelli” di San Francesco d’Assisi. Gli impatti sarebbero sia fisici ma, anche e soprattutto, immateriali, andando a ledere l’atmosferaatmosfera
    Involucro di gas e vapori che circonda la Terra, costituito prevalentemente da ossigeno e da azoto, che svolge un ruolo fondamentale per la vita delle specie, perché fa da schermo alle radiazioni ultraviolette provenienti dal Sole. Essa si estende per oltre 1000 km al di sopra della superficie terrestre ed è suddivisa in diversi strati: troposfera (fino a 15-20 chilometri), stratosfera (fino a 50-60 chilometri), ionosfera (fino a 800 chilometri) ed esosfera.
    di un luogo, spirituale e di meditazione, che accoglie celebrazioni, pellegrini e iniziative legate alla religiosità popolare.
    Sebbene l’area non è ancora assoggetta a “vincoli ambientali diretti” sul piano paesaggistico è da considerare come zona di elevato pregio.
    Inoltre l’UNESCO, nel dichiarare Patrimonio Mondiale la Basilica di San Francesco, il Centro Storico di Assisi e il Paesaggio Culturale, include anche gli “Altri Siti Francescani” (Basilica di Santa Maria degli Angeli in Porziuncola, Santuario di Rivotorto, Eremo delle Carceri e Monastero di San Damiano) intendendo, idealmente, tutti i luoghi principali collegabili con agli episodi della vita di San Francesco.
    Il Sindaco di Assisi Claudio Ricci ricorda che occorre “utilizzare il buon senso” e, nel rispetto di tutti i soggetti pubblici e privati, nonché delle opportunità che può concede il fotovoltaico, si potrebbe “rimodulare l’impianto in un altro luogo” (infatti l’UNESCO intorno ai Siti sensibili consiglia di individuare una “fascia di rispetto”, libera da ogni intervento, definita tecnicamente Buffer Zone) con minori dimensioni più consone al paesaggio, da cui si avvistano molti luoghi umbri.
    Il futuro del fotovoltaico non saranno i grandi impianti ma le soluzioni “di tipo domestico”, in cui i singoli edifici, con elementi “mimetici di nuova generazione” (che fanno parte dell’architettura delle case), rendano autonomi, energeticamente, singoli edifici, oggetti quotidiani e sistemi di trasporto.

    Comunicato stampa Comune di Assisi del 07/09/2010

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button