NewsAmbienteSmart CityEfficienza & RisparmioRisparmio EnergeticoSostenibilitàEfficienza Energetica

PROGETTO EUROPEO ENERGYCITY

    Il Comune di Treviso ha partecipato al Progetto Europeo EnergyCity avente l’obiettivo di individuare metodi e strategie per ridurre le emissioni di CO2 nelle aree urbane attraverso due attività principali: la rilevazione aerea e sul territorio delle temperature degli edifici e la creazione di uno strumento informatico (applicativo GIS) che consente la possibilità di simulare scenari di miglioramento dell’efficienza energeticaefficienza energetica
    Con questi termini si intendono i miglioramenti che si possono apportare alla tecnologia per produrre gli stessi beni e servizi utilizzando meno energia, con conseguente riduzione dell’ impatto ambientale e dei costi associati.
    di intere aree urbane.

    All’iniziativa hanno partecipato dieci partner europei provenienti dal mondo istituzionale pubblico e della ricerca, fra cui il Consorzio per l’energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    CEV, che ha scelto il Comune Socio di Treviso per sperimentare le attività previste dal progetto. I rilievi aerei condotti sull’area urbana hanno coperto una superficie complessiva di 40 km2 ed hanno consentito l’acquisizione di 2.368 immagini termografiche.

    Tecnologia e attività scientifica all’avanguardia hanno consentito la realizzazione di un “webGIS” in grado di mappare le temperature dei tetti e le emissioneemissione
    Qualsiasi sostanza solida, liquida o gassosa introdotta nell’atmosfera a seguito di processi naturali o antropogenici, che produce direttamente o indirettamente un impatto sull’ambiente.
    di anidride carbonica degli edifici fornendo una sorta di carta d’identità del loro grado inquinante in una visione d’insieme a scala urbana. I dati degli edifici raccolti nel corso dei voli aerei, tramite speciali termocamere e camere iperspettrali, una volta elaborati e trasferiti sul supporto informatico, consentiranno all’Amministrazione comunale di simulare scenari di riduzione delle emissioni e quindi pianificare le strategie utili a supportare un modello di governance delle politiche e delle strategie di risparmio energeticorisparmio energetico
    Con questo termine si intendono tutte le iniziative intraprese per ridurre i consumi di energia, sia in termini di energia primaria sia in termini di energia elettrica, adottando stili di vita e modelli di consumo improntati ad un utilizzo più responsabile delle risorse.
    che assicurino trasformazioni urbane sostenibili.

    Oltre a Treviso, le città coinvolte dalla sperimentazione sono Bologna, Budapest, Ludwigsburg, Monaco, Praga, Velenje. Il partenariato di EnergyCity è costituto da: Università di Budapest (leader), OGS (Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale, Trieste), Comune di Bologna, Università di Bologna (DICAM, Facoltà di Ingegneria), Consorzio per l’energia CEV, Municipalità di Monaco, Municipalità di Ludwigsburg, Distretto Metropolitano Praga 11, Agenzia per l’energia della Savinjska (Slovenia) e CERE (Austria).

    Il progetto EnergyCity è stato approvato il 17 Novembre 2009 all’interno del programma Central Europe ed ha previsto un budget di 2,7 milioni di euro per una durata di 36 mesi. Nell’ambito della Campagna Europea “Patto dei Sindaci”, EnergyCity rappresenta un efficace strumento di pianificazione e programmazione per la riduzione delle emissioni, che consentirà al Comune di Treviso, firmatario del Patto, di implementare delle azioni concrete per raggiungere l’obiettivo 20-20-20.

    Fonte: Comune di Treviso 

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button