NewsAmbienteAcquaStakeholder energiaAmici Della Terra

Quant’acqua sfruttiamo? Uno studio del Sustainable Europe Resource Institute per Amici della Terra Europa

    Roma, 3 Novembre, 2011 – L’eccessivo uso e consumo di materie prime mette a rischio le risorse idriche del pianeta. E’ quanto emerge dallo studio “Quant’acqua sfruttiamo”, condotto dal SERI – Sustainable Europe Research Institute per conto degli Amici della TerraAmici della Terra
    Associazione ambientalista presente in Italia dal 1978 che costituisce la rappresentanza italiana di Friends of the Earth International.Gli Amici della Terra promuovono azioni di educazione al rispetto verso l’ambiente, sostenendo iniziative sul territorio affinchè i governi e le istituzioni sovranazionali adottino politiche di sviluppo sostenibile.
    /Europa (Friends of the Earth Europe) nell’ambito della campagna REdUSE sull’uso e il consumo delle risorse in Europa.

    L’acqua è necessaria in tutte le fasi della produzione di beni di consumo, dall’estrazione di materie prime alla loro trasformazione e può essere utilizzata come indicatore di sostenibilità.

    Lo studio, evidenzia come gli Europei, attraverso l’importazione di materie prime e prodotti, consumino molta più acqua di quanta ne estraggano dal proprio territorio, e come l’Europa, che è il primo importatore di materie prime a livello globale, può compromettere l’approvvigionamentoapprovvigionamento
    Insieme di attività finalizzate al reperimento dei quantitativi materie prime necessarie allo svolgimento delle attività economico-produttive di un Paese consumatore.
    idrico in zone del pianeta in cui l’acqua risulta essere invece una risorsa scarsa.

    I risultati dello studio verranno presentati l’8 e il 9 Novembre in occasione della Conferenza “Responsible or Irresponsible? Europe’s resource use and its impacts”, organizzata dagli Amici della Terra/Europa presso il Parlamento Europeo a Brussels, insieme alla proposta di introdurre politiche di monitoraggio e misura delle risorse consumate in Europa utilizzando indicatori di sostenibilità tra i quali l’impronta idrica.

     

    Fonte: Amici della Terra, 03/11/2011

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button