NewsRiciclo & RifiutiSostenibilitàRiduci-riusa-riciclaNews: Riciclo e rifiuti

Riciclo: Come recuperare 17,000 tonnellate di caricabatterie, frullatori ed altri piccoli apparecchi elettrici

    Sembra incredibile: ben 17,000 tonnellate di rifiuti costituiti da piccoli apparecchi elettrici sono stati raccolti da uno dei consorzi più attivi nella raccolta dei rifiuti: Ecolight. Si tratta di RAEE ovvero Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche. In particolare Ecolight ha raccolto piccoli elettrodomestici e apparecchi informatici o telefonici come caricabatterie, frullatori, tablet, cellulari, telecomandi, asciugacapelli, rasoi elettrici ecc.

    riciclo raeeSono i rifiuti più complessi da identificare a raccogliere, in quanto per le loro dimensioni possono finire nei bidoni di casa e confluire nella indifferenziata. In realtà questi prodotti sono composti di diversi materiali (dal ferro alla plastica al  rame, argento, mercurio, piombo), di cui alcuni nocivi all’ambiente e comunque recuperabili e riutilizzabili al 97%.

    La raccolta differenziataraccolta differenziata
    Raccolta di rifiuti raggruppati per tipologia (per esempio, carta, vetro, plastica) al fine di riciclarli rendendo più facile lo smaltimento e valorizzando il rifiuto stesso come materia prima. Ogni Comune stabilisce le modalità di raccolta.
    quindi promuove sia la sostenibilità ambientale che economica del settore di cui Ecolight rappresenta 1700 aziende. Per favorire il conferimento dei materiali Ecolight ha diffuso cassonetti intelligenti (EcoIsole RAEE) nei punti di ingresso e uscita dei grandi rivenditori. In totale i rifiuti elettronici raccolti nel 2017, compresi anche i grandi elettrodomestici (forni, frigoriferi, televisori) e lampadine, ammontano a 25.000 tonnellate.

    In Italia dal Decreto “RAEE” ha recepito Direttive Europee  (Direttiva WEEE: “Waste of electric and electronic equipment”) impostando diverse misure fra le quali:

    • Ritiro 1 contro 1: i distributori di apparecchi elettrici ed elettronici (AEE) hanno l’obbligo di ritiro gratuito di un RAEE consegnato da un utilizzatore domestico a fronte dell’acquisto di un apparecchio analogo;
    • Ritiro 1 contro 0: i distributori di AEE, hanno la possibilità di ritirare gratuitamente RAEE sotto i 25 cm di uso domestico senza obbligo di acquisto. Questa misura è però volontaria.

    Un ulteriore impulso alla raccolta proverrà dall’estensione della normativa RAEE ad altri prodotti (open scope) come chiavette usb, fusibili, spine e prolunghe, rispetto a quanto già previsto nel Decreto legislativo 49 del 2014. Dal 15 agosto 2018, data di applicazione della modifica normativa, gli apparecchi elettrici ed elettronici da smaltire in modo differenziato e recuperare raddoppieranno.

    Più lavoro per Ecolight ed un ambiente migliore per tutti.

     

    Orizzontenergia

     

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button