NewsRinnovabiliNews: Rinnovabili

Rinnovabili: Dovranno coprire il 32% del consumo energetico lordo entro il 2030

    Obiettivo 32% per le rinnovabili in Europa

    Le rinnovabili dovranno raggiungere il 32% del consumo energetico lordo entro il 2030 secondo quanto approvato dal parlamento europeo per aumentare l’impiego delle FER

    Sono stati approvati dal Parlamento europeo i nuovi obiettivi comunitari per aumentare l’impiego delle energie rinnovabilienergie rinnovabili
    Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell’uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili:
    – il sole
    – il vento
    – l’acqua
    – la geotermia
    – le biomasse
    e per il miglioramento dei livelli di efficienza energeticaefficienza energetica
    Con questi termini si intendono i miglioramenti che si possono apportare alla tecnologia per produrre gli stessi beni e servizi utilizzando meno energia, con conseguente riduzione dell’ impatto ambientale e dei costi associati.
    . Entro il 2030 il 32% del consumo energetico lordo dovrà essere rappresentato dalle fonti rinnovabilifonti rinnovabili
    Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell’uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili:
    – il sole
    – il vento
    – l’acqua
    – la geotermia
    – le biomasse
    , mentre l’efficienza energetica dovrà aumentare del 32,5%. Merita menzione anche la quota biocarburanti di seconda generazione destinata ai trasporti che dovrà raggiungere il 14%.

    Soddisfazione è stata espressa da Maros Sefcovic, Vice Presidente responsabile per l’Unione energetica, che ha dichiarato come con l’approvazione dei nuovi obiettivi sia stato sbloccato il potenziale della transizione energetica europea, finalizzata al raggiungimento degli obiettivi stabiliti con l’Accordo di Parigi.

    Interessante infine notare come tra gli altri punti approvati, vi sia anche quello che impegna gli stati membri a garantire ai cittadini il diritto di produrre, immagazzinare e vendere energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    rinnovabile
    .

     

    Orizzontenergia

     

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *