NewsEfficienza & RisparmioRiscaldamento E RaffrescamentoStakeholder energiaAduc

Riscaldamento domestico. Serve ancora regolamentarlo?

    In alcune regioni sono già accesi, in altre li accenderanno. E’ il riscaldamento domestico la cui attivazione è stata regolamentata dalla legge fin dal 1991. Serve ancora? Abbiamo dei dubbi.

    All’epoca le motivazioni riguardavano l’inquinamento prodotto dalle caldaie, molte a gasoliogasolio
    Prodotto derivante dalla distillazione del petrolio greggio. Viene utilizzato soprattutto per alimentare motori Diesel oppure negli impianti di riscaldamento civile. Nei motori Diesel, detti anche ad accensione spontanea, il gasolio viene iniettato nel cilindro dove trova aria molto compressa (anche 40 volte la pressione ambiante). Per poter essere impiegato nei motori il gasolio deve avere determinate caratteristiche, per esempio una buona capacità di accensione (soprattutto alla basse temperature) e un opportuno potere lubrificante.
    , altre addirittura a carbonecarbone
    Il carbone è una roccia sedimentaria composta prevalentemente da carbonio, idrogeno e ossigeno. La sua origine, risalente a circa 300 milioni di anni fa, deriva dal deposito e dalla stratificazione di vegetali preistorici originariamente accumulatisi nelle paludi. Questo materiale organico nel corso delle ere geologiche ha subito delle trasformazioni chimico-fisiche sotto alte temperature e pressioni. Attraverso il lungo processo di carbonizzazione questo fossile può evolvere dallo stato di torba a quello di antracite, assumendo differenti caratteristiche che ne determinano il campo d’impiego.
    I carboni di formazione relativamente più recente (ovvero di basso rango) sono caratterizzati da un’elevata umidità e da un minore contenuto di carbonio, quindi sono ‘energeticamente’ più poveri, mentre quelli di rango più elevato hanno al contrario umidità minore e maggiore contenuto di carbonio.
    .
    Oggi si è diffuso l’utilizzo del metanometano
    Idrocarburo che rappresenta il costituente principale del gas naturale.
    che ha abbattuto notevolmente gli indici degli inquinanti.

    La diffusione del riscaldamento autonomo, inoltre, rende inutile la regolamentazione. L’utenteutente
    Soggetto che consuma elettricità o gas.
    mette in funzione la propria caldaiacaldaia
    Dispositivo in cui l’energia chimica posseduta da un combustibile viene trasformata in calore attraverso un processo di combustione. Il calore ottenuto generalmente assolve compiti di riscaldamento oppure viene impiegato per produrre vapore (in questo caso si parla di generatore di vapore).
    in relazione alle proprie necessità: di presenza, di orario e di temperatura esterna. I controlli capillari, per verificare il rispetto della legge, sono difficili e di fatto inesistenti.

    Con le caldaie centralizzate si ha un periodo di accensione omogeneo, se vengono rispettate le date, ma capita, spesso, che i termosifoni siano accesi quando non c’è necessità perchè le giornate sono calde o siano spenti in orari con temperature esterne rigide. 

    Lasciare che siano i cittadini a decidere quando accendere il riscaldamento ci sembra una saggia proposta, oltretutto nessuno sperpera il proprio denaro per riscaldare una casa quando non serve. Occorre abolire la relativa normativa. Un piccolo lavoro per il Parlamento.

    Fonte: ADUC

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *