NewsEfficienza & RisparmioElettrodomesticiRisparmio EnergeticoEnergia & MercatoStakeholder energiaSostariffe.itElettricità

RISPARMIARE ENERGIA: COME STIRARE CONSUMANDO MENO ELETTRICITA’

    Odiamo stirare:  si consuma tempo ed anche energia elettricaenergia elettrica
    Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all’energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
    , incidendo così sulla bolletta della luce. Come stirare consumando meno elettricità? E’ possibile risparmiare energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    , in primis stirando il meno possibile, ma anche seguendo qualche consiglio che ci consente di consumare meno elettricità. Ed essere comunque vestiti decentemente. Scopri come stirare consumando meno elettricità per risparmiare energia.

    Il primo passo per risparmiare energia comincia molto prima di accendere il ferro da stiro: quando si stendono i capi.

    Dobbiamo farlo bene, per evitare che si formino le pieghe. Non stendere mai i vestiti a cavallo del filo, perché questo lascia l’impronta e una forte piega.

    E’ meglio stendere dal rovescio perché a volte le mollette lasciano segni. Le magliette meglio accostarle al filo lasciandole penzolare con il collo verso il basso, così il peso del tessuto bagnato le stira.

    Stesso discorso per i pantaloni: prima di stenderli però meglio sbatterli un paio di volte, sempre con l’orlo verso il basso.

    Rispetto le camicie, dopo tirarle fuori dalla lavatrice, passate i bordi tra le dita, sopratutto dove ci sono i bottoni. In inverno, sarà sufficiente stirare colletto e polsini, dato che saranno sotto il maglione.

    Per alcuni vestiti basta arrotolare un asciugamano da un verso e dall’altro, come se fosse un mattarello. Non è necessario stirare maglie a collo alto, pantaloni aderenti, calzini e biancheria intima: si adattano al corpo una volta indossati, e le pieghe spariscono.

    Inoltre, capi di lana e pile come golfini e scialli non si stirano.

    Stirare risparmiando energia

    Quando occorre accendere il ferro da stiro, cerchiamo di risparmiare energia. Se avete una tariffa luce bioraria, stirate la sera o il weekend.

    Una volta accesso, cominciate dalle cose da stirare a freddo mentre il ferro si scalda, poi fate quelle ad alta temperatura e, dopo aver staccato il ferro da stiro, finite con le ultime cose a bassa temperatura mentre si raffredda.

    Infine, vi ricordiamo che per risparmiare energia la mossa principale è quella di avere attiva la tariffa luce più adatta alle proprie esigenze. Con le offerte energia elettrica del mercato liberomercato libero
    Mercato in cui sia le imprese che producono sia le imprese che vendono energia elettrica operano in regime di concorrenza, stimolando una competizione che può portare benefici ai consumatori in termini di prezzi e qualità del servizio.
    è possibile risparmiare circa 100 euro all’anno, o ancora di più, a seconda dei propri consumi.

    Fonte: SoSTariffe.it

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button