NewsRisparmio EnergeticoEfficienza Energetica

Risparmio energetico: Quanto consumano gli aspirapolveri professionali?

Nel settore edile è stato riscontrato un sempre maggior impiego degli aspirapolveri professionali, ma bisogna prestare attenzione ai loro consumi energetici.

    Edilizia: aumenta l’impiego di aspirapolveri professionali, ma occhio ai consumi

    Gli aspirapolveri professionali sono strumenti indispensabili in diversi settori. Che servano per le pulizie di casa, negozi o showroom, per gli interni dell’auto oppure in ambito lavorativo, si rivelano in ogni caso un valido aiuto ma bisogna prestare attenzione all’efficienza energetica per evitare di consumare eccessivamente.

    Si tratta di bidoni aspiratutto perfetti anche per eliminare residui di lavorazione come polveri, calcinacci e segatura: per questo motivo sono sempre più utilizzati nell’ambito dell’edilizia, soprattutto sui cantieri.
    Attualmente, il loro acquisto si sta facendo sempre più frequente online, su siti di e-commerce specializzati, dove è possibile trovare prodotti di qualità a costi decisamente più contenuti rispetto a quelli dei negozi fisici.

    Per scegliere, tra le soluzioni in commercio, un modello di qualità, ci sono alcuni indicatori universali da tenere in considerazione, prima di procedere all’acquisto di un aspirapolvere professionale:

    • La potenza: la maggior parte dei modelli oggi in commercio  ha una potenza compresa tra i 1200 e i 2000 watt. Conoscere il wattaggio sarà utile per farsi preventivamente un’idea dei consumi energetici. Ai watt corrisponde poi una diversa capacità di aspirazione;
    • Gli accessori in dotazione: è bene tenere conto anche di questo, oltre che del corpo centrale dello strumento. Tubo flessibile, prolunga e spazzola, lancia piatta, pennello, bocchettina e filtri sono ugualmente indispensabili;
    • La modalità di raccolta e il volume del fusto: gli aspirapolveri professionali sono generalmente a bidone e hanno un’elevata capacità di raccolta.

    I modelli più richiesti nell’edilizia

    Tra le numerose proposte di aspirapolveri professionali disponibili in commercio, ecco quali sono quelle più richieste nel settore edile:

    • Aspirapolvere industriale fisso MV 1.5, TH 15 e TH 40: ideale per industrie in cui è richiesta la rimozione di polveri e materiali solidi. È caratterizzato per la sua struttura su ruote opzionali dotate di freni. Grazie al motore potente può essere usato in modo ininterrotto, senza bisogno di particolari manutenzioni;
    • Aspirapolvere industriale MT 40: un sistema del tutto innovativo consente a questo strumento di autopulirsi durante l’uso, senza dover fermarne l’utilizzo o intervenire esternamente. Ottimo per cantieri, officine e fabbriche industriali;
    • Aspirapolvere industriale basculante MTP 40: un volume notevole di ben 115 litri e tre potenti motori che lo rendono ideale per uso professionale;
    • Aspirapolvere industriale Q-BAT: una soluzione a batteria, perfetta per quei contesti dove non si dispone di elettricità. È in grado di aspirare polveri e liquidi e si alimenta in appena 2 ore di carica. Il volume del fusto è di 80 litri;
    • Aspirapolvere industriale TT 30: un aspirapolvere monofase che si autopulisce con un sistema che lo rende sempre pronto per l’uso in cantieri, officine e fabbriche.

    Acquistare un aspirapolvere professionale su Giffimarket.com

    Tra i siti di riferimento per gli acquisti di aspirapolveri professionali in ambito edile – e non solo – c’è Giffimarket.com, che propone una vasta gamma di prodotti di diversa potenza e capacità.

    Giffi Market si propone come punto di riferimento per chi desidera acquistare apparecchiature per il proprio lavoro o per i propri hobby, mettendo a disposizione dei propri clienti un’accurata selezione di articoli pensati per professionisti e amanti del fai da te.

    Nella sezione dedicata, potrete trovare una selezione di apparecchiature per la pulizia professionale, in grado di eliminare qualunque tipo di sporco in ogni situazione lavorativa.

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button